5.3 C
Milano
29. 11. 2022 04:50

Bagnaia campione del Mondo: Milan e Inter, fate come lui

Il nuovo stadio di San Siro sembra sempre più utopia, è ora di lasciare Milano per tornare a vincere 

Più letti

La notizia del giorno è il titolo di campione del Mondo di MotoGP dell’italiano Francesco Bagnaia. Pecco, come viene soprannominato da tutti, è riuscito a rimontare sul suo rivale di stagione, il francese Fabio Quartararo, portando a casa una itolo mondiale che mancava da ben 13 anni all’Italia, dall’ultimo successo di Valentino Rossi. E per fare questo, però, Bagnaia ha dovuto fare soprattutto una cosa: lasciare la sua città Natale, Torino, per cercare fortuna altrove. Cosa che dovrebbero fare, forse a malincuore, anche Milan e Inter.

Bagnaia campione del Mondo, Milan e Inter facciano come lui

Lo sprono affinché Milan e Inter facciano come Bagnaia, vale a dire lascino la città di Milano per cercare fortuna altrove, è quasi divenuto un obbligo. Qualche giorno fa il Sindaco di Milano, Beppe Sala, aveva annunciato che il Consiglio avrebbe preso una decisione in merito al nuovo stadio di San Siro entro un anno. Una decisione, il che vuol dire che da lì dovrebbero poi partire la designazione tramite appalto pubblico della società che deve eseguire i lavori e tutto quello che ne consegue. Tempi biblici, diciamolo. Che Milan e Inter non possono permettersi. 

nuovo stadio San Siro, il progetto di Populous in Germania
nuovo stadio di San Siro, il progetto di Populous in Germania

Da San Siro a Sesto San Giovanni, ipotesi percorribile 

Oggi, inoltre, sono uscite frasi e pensieri attribuibili al sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, come si legge sulla Gazzetta: «E’ soprattutto nelle stanze dei bottoni dei due club che è in fase di preparazione – da tempo – il piano B. – si legge – Milan e Inter hanno sempre chiarito che se le tempistiche si fossero dilatate troppo, avrebbero emigrato altrove, spinti da esigenze finanziarie vitali. Ecco perché resta assolutamente viva – e dopo i fatti delle ultime ore, ancora di più – l’ipotesi che conduce a Sesto San Giovanni. Ex aree Falck, superficie immensa e privata su cui il sindaco Roberto Di Stefano – centrodestra, fresco di storica rielezione – nel frattempo non ha cambiato idea di una virgola». 

Per tornare a vincere bisogna saper rinunciare anche a San Siro

Il discorso appare semplice: per tornare a vincere nel breve periodo bisogna anche saper rinunciare allo stadio San Siro, a quel «Giuseppe Meazza» che è stato teatro di tanti successi, sconfitte, delusioni e pianti di gioia. Storia fatta di romanticismo, ma per l’appunto storia. Passata: per scrivere quella futura, bisogna fare come Francesco Bagnaia, il nuovo campione del Mondo di MotoGP: bisogna saper dire addio.

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...