bellator
bellator

Domani dalle 17.00 il nuovo Allianz Cloud sarà teatro di un nuovo appuntamento clou: quello con Bellator. Dopo i successi registrati a Torino, Firenze, Roma e Genova, per la prima volta all’ombra del Duomo sbarca l’imperdibile show di kickboxing e mma della lega americana più famosa al mondo.

 

La card promette spettacolo con 18 incontri divisi in 2 atti (9 di kickboxing e 9 di arti marziali miste) con la partecipazione di 36 top fighters internazionali in rappresentanza di 12 paesi e 4 continenti.

«Siamo entusiasti di poter portare Bellator a Milano», sottolinea Ryan Grab, responsabile della comunicazione internazionale. Non mancheranno gli italiani che saranno ben diciassette, undici dei quali lombardi.

Qui promette scintille – nei 77,1 kg – la rivincita reclamata a furor di popolo da tutti i fans italiani tra il brianzolo Walter Pugliesi e il lariano Andrea Fusi. I due si erano dati battaglia in un match entusiasmante lo scorso 1º dicembre a Bellator Genova ed aveva prevalso Fusi per split decision (verdetto con 2 giudici a suo favore ed uno per Pugliesi).

Clou. Nell’unico match femminile, nei 50 kg, la milanese Silvia La Notte sfiderà la francese Jade Jorand. La transalpina ha solo 19 anni, ma ha già combattuto più di 60 match. La Notte, invece, cala il ring da quasi 20 anni durante i quali ha disputato 102 combattimenti ottenendo 81 vittorie (22 per Ko), 17 confitte e 4 pareggi: gli manca solo la cintura di Bellator nel suo palmares (e un match titolato non è un’utopia).

Infine nel clou, nella gabbia, il “legionario” Alessio Sakara (20-13) affronterà nel prestige fight finale lo statunitense Caanan Grigsby “Super Beast” (8-7) nei 93 kg. Biglietti da 25 euro su clappit.it.




www.mitomorrow.it