10.7 C
Milano
31. 10. 2020 02:48

Aria di ripresa al Curioni: il racconto dall’EduCamp, il campus estivo dell’AS Rugby Milano

Al via l'Edu Camp, il campus estivo dell'AS Rugby Milano: tanto sport ed attività per i più piccoli

Più letti

Bollettino regionale, numeri sempre più preoccupanti: Milano, +1.607

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 8.960, di cui 356 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (46.892 oggi)...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera"...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Si respira aria di ripresa al Centro Sportivo “G. Battista Curioni” all’Idroscalo dove per 8 settimane è attivo il campus estivo(gratuito e già completo) dell’AS Rugby Milano, da quest’anno “Edu Camp” affiliato al Coni in quanto associazione sportiva dedicata all’avviamento allo sport.

Il campus. Il personale è stato sapientemente istruito con corsi di formazione online per essere pronto a svolgere le varie attività nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19.

Tutti i gruppi infatti entrano scaglionati accompagnati da formazioni fisse composte da 1 educatore e 2 tutor (giocatori biancorossi che hanno dato la loro disponibilità ad aiutare) che seguono i ragazzi (dai 5 ai 12 anni) durante tutto lo svolgimento delle attività.

Un’edizione speciale questa del 2020 con attività sportive ed educative dalle 8 alle 18, dal lunedì al venerdì, per oltre 100 iscritti alla settimana. Grazie all’affiliazione al CONI quest’anno presenti anche nuove attività: canoa, cani da salvamento, studio delle biodiversità al laghetto delle Vergini con la Protezione civile, equitazione con le Giacche Verdi, incontri con i sommozzatori della sezione dell’Idroscalo della Protezione civile, ed infine arrampicata.

Ma non c’è solo sport: i ragazzi sono coinvolti anche in laboratori manuali e di didattica, come il giornalino (il Corriere del Curioni), attività nelle quali possono emergere anche coloro che magari sono meno portati nello sport.

Infine tutti sono impegnati nella realizzazione di un orto ideato per ricordare Franco Azzolari, dirigente biancorosso vittima del coronavirus, un uomo che al Club ha dedicato la sua vita.

L’idea è di farlo costruire da quegli stessi ragazzi del Club che negli anni futuri lo vedranno crescere con l’augurio che loro stessi possano diventare a loro volta testimoni dei colori biancorossi in un continuo e ideale passaggio di testimone dei valori del Club milanese.

In breve

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera" che si farà portavoce a...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato un murales in zona Navigli...

Renato Zero senza freni: «Chi dice che la cultura non dà da mangiare è uno stronzo»

Renato Zero ha lanciato un appello per sostenere i lavoratori del mondo dello spettacolo, uno dei settori più colpiti dalla crisi generata dal Covid. Le...

Il loro punto di vista: insieme a Mi-Tomorrow un viaggio nel mondo studentesco ai tempi del Covid

Ribaltare il punto di vista. Il nostro. Di noi che questo lavoro lo facciamo ogni giorno provando a raccontare quello che succede in ogni...

Potrebbe interessarti