22.7 C
Milano
18. 05. 2022 01:41

Inter-Genoa 4-0: code ai cancelli per il green pass 

L’apertura anticipata non ha dato l’esito sperato, capienza dimezzata per il rispetto delle norme anti-Covid

Più letti

Se sul campo è finita 4-0 per i nerazzurri, Inter-Genoa verrà ricordata soprattutto come la prima partita post pandemia e come primo esperimento per un grande evento sportivo con pubblico e green pass. Le cose non sono andate nel migliore dei modi ma è un inizio, un modo per iniziare a convivere con quello che è l’attuale stato. 

Inter-Genoa 4-0, il green pass c’è

Il dover controllare il green pass a tutti gli spettatori ha causato, come normale che fosse, rallentamenti al controllo di biglietti e carta verde. I tifosi, dal canto loro, si sono assiepati sulle balaustre causando non pochi problemi, sotto il sole cocente di un sabato pomeriggio milanese molto, molto caldo. E questo nonostante una capienza ridotta al 50% per le disposizioni ministeriali in materia di covid, anche se alla fine sono stati 25mila i biglietti venduti.

Gli spalti a scacchiera

Durante la gara gli spalti erano riempiti con lo schema a scacchiera, così come annunciato nelle settimane precedenti dalla federcalcio. A parte un momento iniziale dove gli spettatori non rispettavano il distanziamento, assiepandosi per vedere meglio il riscaldamento, durante la gara la situazione è stata più fluida.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...