6.8 C
Milano
23. 11. 2020 22:36

Milano Baseball, il Kennedy non può più aspettare

Domani l’elezione del nuovo presidente FIBS: è il momento della svolta?

Più letti

Un format inedito per la prima della Scala orfana del suo pubblico

Un nuovo format attende la prima della Scala. Il 7 dicembre, la notte di sant'Ambrogio, andrà in scena, l'inaugurazione...

Bollettino regionale, cala il numero delle terapie intensive e dei ricoveri: Milano, +576

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.289, di cui 424 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (32.862...

Lombardia, il governo non vuole aprire gli impianti sciistici: «Scelta scriteriata»

La decisione del Governo di tener chiusi gli impianti sciistici ha fatto andare su tutte le furie la giunta...
Investimenti a lungo termine, voglia di portare Milano in alto. Ma anche una federazione che balbetta e, in attesa di nuove elezioni, decide di non decidere: «L’importante è che non si commettano gli errori fatti in passato». Non ci gira intorno, Alessandro Selmi.

Un futuro tutto da scrivere per la Milano Baseball

La sua Milano Baseball ha ricevuto dalla Federazione l’anno scorso in concessione il Centro Kennedy di via Olivieri e quest’anno ha conquistato sul diamante la promozione in Serie A2: «C’è massimo rispetto per il lavoro fatto dalla FIBS, ma serve aver imparato dagli errori commessi in passato. Se lavoriamo bene sulla sicurezza e la manutenzione dell’impianto (a carico della FIBS, ndr), tra 20 anni avremo una struttura ancora ben tenuta e che avrà avuto una continuità storica. Altrimenti ogni 5/10 anni toccherà rimettere mano a quanto fatto in passato».
Un po’ di storia. Il 31 luglio 2017 il Comune di Milano cede alla FIBS l’impianto di via Olivieri con una convenzione di 15 anni. Da quel momento parte la corsa per portare il centro ad essere agibile nel minor tempo possibile. Sono passati più di tre anni e la situazione è tutt’altro che risolta.
«Finora è stato sistemato il diamante, lavori poi interrotti causa lockdown – precisa ancora Selmi –, le pratiche burocratiche sono state portate avanti, è stato aperto il bando gara, ma ad oggi non c’è un assegnatario. Sono sicuro che la FIBS abbia fatto quello che poteva, dall’altra mi chiedo quante altre stagioni senza spogliatoi e strutture in sicurezza dovremo vivere. Serve un’accelerata, per il bene di Milano e di chi deve fruire del centro».
Intanto la FIBS domani è chiamata ad elezioni per decidere chi sarà il nuovo presidente federale tra il leader uscente Andrea Marcon e lo sfidante Massimo De Luca: «L’idea, chiunque venga eletto, dev’essere di puntare su Milano e la Lombardia. Così si potrebbero organizzare eventi, partite importanti, tornei anche internazionali».
SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

A lezione di inclusività: il progetto “Comunità affettiva” dell’istituto Freud

La didattica a distanza è tornata ad essere una costante per gli istituti superiori. Così la scuola superiore Freud...

Bollettino regionale, cala il numero delle terapie intensive e dei ricoveri: Milano, +576

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.289, di cui 424 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (32.862 oggi) e positivi che scende...

Lombardia, il governo non vuole aprire gli impianti sciistici: «Scelta scriteriata»

La decisione del Governo di tener chiusi gli impianti sciistici ha fatto andare su tutte le furie la giunta della Regione Lombardia. «Tenere chiusi...

A caccia del gene: un motore di ricerca tutto italiano per comprendere meglio il Covid

Un motore di ricerca Made in Italy potrebbe rendere più semplice conoscere a fondo il patrimonio genetico del virus che causa il Covid, svelandone...

A lezione di inclusività: il progetto “Comunità affettiva” dell’istituto Freud

La didattica a distanza è tornata ad essere una costante per gli istituti superiori. Così la scuola superiore Freud di Milano ha lanciato un...

Potrebbe interessarti