21.6 C
Milano
29. 07. 2021 08:51

Riparte la stagione del Milano Quanta di hockey inline

Obiettivo stella: potrebbe essere il campionato dei primi dieci scudetti per il club

Più letti

Non ci gira troppo intorno, Luca Rigoni. È fatto così, uomo diretto in campo come fuori. Il coach del Milano Quanta sa che quest’anno tutti aspettano soprattutto che il club meneghino vinca l’ennesimo scudetto per potersi cucire sul petto la prima stella dei dieci campionati vinti.

Riparte la stagione del Milano Quanta di hockey inline

E via che si comincia con la trasferta del 26 settembre alle 20.30, sul campo dell’Asiago: «Siamo carichi – esordisce Rigoni, alla guida anche della nazionale italiana di hockey inline –: questi mesi di inattività sono serviti a molti di noi per capire quanto realmente l’hockey ricopra un ruolo importante nella nostra vita. Ora vediamo tutto con occhi diversi da prima. Siamo, come sempre, determinati nel voler fare bene e raggiungere obiettivi importanti».

«Vincere tutto». Ma com’è stata la ripresa? «Ci siamo ritrovati agli inizi di settembre per il primo allenamento. È stato bello ed emozionante, dopo tanti mesi di stop c’era la voglia di rimettersi i pattini e stare insieme. Abbiamo ripreso con calma, come è giusto dopo questo lungo periodo, sarebbe stato stupido partire a mille all’ora. Stiamo impostando il lavoro nel migliore dei modi per crescere di condizione atletica e farci trovare pronti per l’esordio in campionato». Che obiettivi si è posto il Milano Quanta? «Cercheremo di vincere tutte le competizioni in cui saremo impegnati durante la stagione. Non ci nascondiamo. Non sarà certo facile ma non ci spaventa, vogliamo continuare a dimostrare di essere una squadra forte».

Nuove leve. Sono arrivati due giovani innesti a dar manforte al roster: «Sono molto contento dell’arrivo di Simone Battistella e Gabriel Spimpolo. Come coach cercherò di farli crescere. Sono sicuro che si inseriranno al meglio e che avranno modo di dimostrare il loro talento». Intanto, alla “prima” di hockey inline, subito di fronte ben 16 scudetti, divisi quasi equamente tra Asiago Vipers (sette consecutivi) e Milano Quanta (nove, di cui otto consecutivi): «Sarà una partita molto dura – l’ammissione del capitano del Milano, Emanuele Banchero –: i Vipers, oltre ad essere una buona squadra e averci sempre messo in difficoltà in casa loro, si sono ulteriormente rinforzati. E poi le dimensioni ridotte della pista non agevolano il nostro gioco. Ma la voglia di ricominciare è tanta, ci stiamo preparando al meglio e siamo motivati come non mai».

quanta hockey
quanta hockey

In breve

Bollettino regionale, la situazione resta stabile: Milano, +101 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 720 con la percentuale tra tamponi eseguiti (38.289 oggi) e positivi...