3 C
Milano
04. 12. 2020 21:32

San Siro riapre le sue porte al pubblico: prove di ritorno alla normalità

Questa sera il match Inter-Pisa: ecco come cambia la situazione sugli spalti

Più letti

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

Sono passati esattamente sette mesi dall’ultima volta che San Siro ha aperto le porte al suo pubblico: era il 19 febbraio, giorno dell’andata degli ottavi di Champions League tra Atalanta e Valencia. Il giorno dopo venne intercettato il primo caso di Codogno e da lì a poco gli stadi vennero chiusi definitivamente. Quest’oggi il pubblico tornerà al Meazza seppur in versione ridotta: 1000 spettatori per il match Inter-Pisa.

La partita. La presenza del pubblico sarà possibile grazie alla deroga prevista dal regolamento Fgic per le partire amichevoli. Gli spettatori saranno distribuiti nel primo anello rosso rigorosamente distanziati, a meno che non siano congiunti, e con le mascherine.

I mille fortunati sono stati in parte selezionati tra i tifosi che fanno parte degli Inter Club (qualche centinaio) e in parte si tratta di ospiti invitati dalle due società per assistere al ritorno della Beneamata nel suo stadio.

 

san siro pubblico inter pisa

Nonostante siano solo 1.000 presenze in uno stadio da 80.000 posti sarà comunque un segnale di speranza per il futuro, anche se nulla si intravede ancora all’orizzonte. «La Lega Serie A chiede – ha dichiarato ieri l’amministratore delegato Luigi De Servio -, per il rispetto che meritano la nostra industria e i nostri tifosi, che  al più presto si faccia chiarezza sulla riapertura dei nostri stadi, seppure parziale e condizionata al rispetto delle condizioni di sicurezza per il pubblico».

 

In breve

Dalla Bicocca un algoritmo per stabilire chi dovrà fare per primo il vaccino anti-Covid

Chi farà per primo il vaccino anti-Covid? A stabilirlo potrebbe essere un algoritmo capace di indicare nomi e cognomi...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa mattina il sindaco Sala, il...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione di Mi-Tomorrow dei migliori delivery. SAPORI...
00:03:19

Prosegue la protesta degli infermieri: «Non siamo eroi, ma chiediamo di più»

Questa mattina, davanti alla sede della Prefettura di Milano, si è riunito un piccolo gruppo di infermieri e sindacati con alcuni striscioni. «Ora rispetto...

Il futuro a Milano, il lettore Simone: «Un Natale difficile per chi ha una famiglia allargata»

Simone Raso 24 anni, studente Milanese da sempre «Sto studiando all’Università Statale scienze motorie, quest’anno ci alterniamo fra lezioni online e prove pratiche in presenza. Dover mantenere il distanziamento...

Potrebbe interessarti