24.6 C
Milano
18. 05. 2022 22:37

Sport, quando guardare le Olimpiadi apre gli occhi

Più letti

Si sono appena concluse le Olimpiadi di Tokyo 2020, col clamore delle tante medaglie (40) italiane, e i colpi di scena inaspettati. Di certo sono state Olimpiadi uniche nel loro genere, fatte di test covid continui, atleti costretti al ritiro causa positività, cambi di rotta più o meno fortunati per i team e grandi soddisfazioni.

Nonostante le difficoltà, tutti noi abbiamo sognato ad occhi aperti negli ultimi mesi grazie allo sport, basti pensare all’emozionante vittoria degli azzurri agli Europei di calcio. Certo, se siete dei patiti di sport, ma il vostro unico e vero pallino è solo il calcio, magari per voi la notizia del giorno sarà la formazione del Milan di Sacchi, ma se avete apprezzato qualche sport visto alle Olimpiadi di Tokyo, qui potrete scoprire qualcosa in più.

Medagliere Olimpico, è record per l’Italia

Ci saremmo potuti accontentare dei Maneskin vincitori dell’Eurovision, ci saremmo potuti accontentare della vittoria agli Europei di calcio, ma perché accontentarsi quando si ha così tanto da dare?

Ed è così che gli azzurri hanno portato a casa ben 40 medaglie, tra cui 10 d’oro, 10 d’argento e 20 di bronzo. Un risultato eccezionale per cui dovremmo ringraziare non solo le immense capacità dei vincitori in prima persona, ma anche di chi ha saputo prepararli a questi giochi olimpici e a chi ha selezionato i migliori per le categorie a squadre.

Inaspettato e sconvolgente l’oro di Jacobs nei 100m maschili, dato che nelle specialità di velocità in atletica, molto raramente eravamo riusciti a piazzarci nei posti di comando. Strepitose anche le Farfalle della ginnastica ritmica, che portano a casa un bronzo che vale oro considerato che davanti a loro si sono piazzate Russia e Bulgaria, tra le favorite e più forti in questa specialità.

Altra grande vittoria è stata quella di Busà nel kumite, un oro spettacolare e qui ci piange un po’ il cuore, perché è già ufficiale che a Parigi 2024 il karate non ci sarà. Che dire, speriamo in un ritorno al più presto!

Sport visti alle Olimpiadi solo di passaggio? Ce ne sono altri

 Non sarà il karate, purtroppo o per fortuna, l’unico sport a non essere presente alla prossima Olimpiade dopo essere stato inserito in quella di Tokyo 2020. Infatti, cose del genere sono accadute spesso nella storia, ricordiamo le più eclatanti:

  • Il cricket, nonostante sia il secondo sport più seguito al mondo, è apparso solo nelle prime Olimpiadi moderne del 1896 per poi non tornare più.
  • Il football americano è comparso alle Olimpiadi nel 1932, ma a causa della sua scarsa propagazione a livello mondiale, non lo abbiamo più rivisto.
  • Il polo, da sempre visto come sport nobile e alquanto complesso, manca dalle Olimpiadi ormai dal 1936.
  • Infine, il sumo. Sport particolare è vero, ma assolutamente affascinante, che ha provato ad entrare proprio a Tokyo 2020 tra i nuovi sport, ma per carenza di partecipanti è stato scartato.

Che le abbiate seguite o meno, le Olimpiadi di Tokyo 2020 resteranno comunque nella storia ed ora… non ci resta che aspettare Parigi.

 

 

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...