19 C
Milano
29. 09. 2021 04:13

Stranieri Milan, il Diavolo attende la truppa guidata da Ibra

I rossoneri si preparano per la possibile ripresa

Più letti

Dovranno rientrare in Italia tra domani e giovedì i giocatori del Milan momentaneamente all’estero, in attesa dell’ufficialità della ripresa del campionato di Serie A.

 

Stranieri Milan, il punto

I sei tesserati, a seguito all’emergenza sanitaria, dovranno osservare una quarantena di 15 giorni: solo allora potranno tornare a disposizione per il regolare svolgimento degli allenamenti. Ibrahimovic, Paquetá, Leao, Calhanoglu, Kjaer e Begovic hanno ricevuto una notifica per il rimpatrio con le dovute e necessarie precauzioni, imposte dal Governo.

Con ogni probabilità i giocatori riprenderanno le attività fisiche non prima dell’inizio di maggio, solo in seguito agli esiti degli accertamenti medici effettuati.

Milanello. «Il Milan è favorevole alla ripresa del campionato solo con le dovute precauzioni per garantire la sicurezza e conservare la salute di tutti – ha sottolineato il presidente Paolo Scaroni –. La nostra vocazione primaria è giocare a calcio, ma vogliamo tutelare la salute di tutti i nostri componenti della squadra e del club: la ripresa della stagione viene però decisa dagli sviluppi della pandemia e, in funzione di questo, dalle autorità».

Stranieri Milan, la situazione al centro sportivo

Il centro sportivo dei rossoneri è stato allestito ed è pronto per accogliere i componenti della squadra e dello staff, i quali potranno svolgere attività in assoluta sicurezza e con le dovute precauzioni. Dopo il 4 maggio inizierà il ritiro per tutti i calciatori e lo staff necessario al lavoro della squadra.

Milanello sarà l’unica struttura di riferimento per il club, essendo dotato di campi, palestre ed un alloggio per tutti. Il Milan, infine, attende solo un protocollo medico per stabilire i dettagli della ripresa delle regolari attività e dunque della stagione calcistica.

Partite. Il finale di stagione riparte dalla Coppa Italia, con il Milan impegnato nella semifinale di ritorno contro la Juventus. In attesa del comunicato ufficiale con le date per il calendario di Serie A, sono state stabilite le regole e le restrizioni per i trasferimenti dei giocatori in occasione delle partite: gare rigorosamente a porte chiuse, con tutti gli addetti ai lavori che dovranno sottoporsi a controlli medici prima di accedere alle strutture.

In breve

Bollettino regionale, calano i posti occupati in terapia intensiva: Milano, +56 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 345 con la percentuale tra tamponi eseguiti (63.638 oggi) e positivi...