11.5 C
Milano
31. 10. 2020 01:41

“Labby Light”, il braccialetto per il distanziamento sociale

“Labby Light”, ideato a Bari, ha fatto il debutto in una scuola del Varesotto: è’ un semplice prodotto hi-tech ideato soprattutto per bambini e studenti

Più letti

Bollettino regionale, numeri sempre più preoccupanti: Milano, +1.607

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 8.960, di cui 356 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (46.892 oggi)...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera"...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Un braccialetto hi-tech per avvisare gli insegnanti quando bambini e studenti non rispettano la distanza di sicurezza di un metro da altri alunni, e in grado di ricostruire i contatti nel pieno rispetto della privacy e senza alcuna App, bloccando sul nascere possibili focolai di coronavirus.

A proporlo a scuole e asili nido della Lombardia è MetaWellness, giovane start-up di Bari specializzata in tecnologie per lo sport e il fitness, che ha creato “Labby Light”, un innovativo prodotto basato su tecnologia brevettata capace di contenere i contagi da Covid-19 e offrire un contributo concreto alla lotta al coronavirus.

“Labby Light”: ecco come funziona

Il braccialetto “Labby Light” (già adottato da una prima scuola in provincia di Varese, e al momento al vaglio di numerosi altri istituti scolastici di tutta Italia che ne stanno valutando l’introduzione) ha una duplice funzione: da un lato, attraverso un led ed una vibrazione, segnala a chi lo indossa il mancato rispetto della distanza minima di sicurezza di un metro da altri utenti, dall’altro, in caso l’utilizzatore dovesse risultare positivo al coronavirus, ricostruisce tutti i contatti avuti con altre persone, grazie ad un sistema che memorizza in modo sicuro i dati utili, permettendo così di isolare velocemente potenziali focolai.

labby light metawellness

A differenza di altre soluzioni, utilizza protocolli proprietari wireless e tecnologia brevettata che lo rende immune da disturbi esterni con una sicurezza certa di misurare il contatto con altre persone.

Funziona senza app

Non richiede l’utilizzo di app o competenza tecnologica e quindi adatto a tutti, giovani, bambini, adulti. Può essere usato all’interno di strutture pubbliche e private come scuole e asili nido, in modo da garantire la sicurezza di bambini, personale scolastico e studenti e bloccare sul nascere la diffusione dei contagi: qualora un alunno o un docente dovesse risultare positivo al coronavirus, sarà possibile ricostruire i contatti di prossimità avuti nella struttura scolastica e bloccare in modo immediato il diffondersi dei contagi e la nascita di possibili focolai.

MetaWellness si mette dunque a disposizione degli istituti scolastici della Lombardia per far ripartire in tutta sicurezza le lezioni e garantire la salute di studenti, bambini e insegnanti della regione.

In breve

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera" che si farà portavoce a...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato un murales in zona Navigli...

Renato Zero senza freni: «Chi dice che la cultura non dà da mangiare è uno stronzo»

Renato Zero ha lanciato un appello per sostenere i lavoratori del mondo dello spettacolo, uno dei settori più colpiti dalla crisi generata dal Covid. Le...

Il loro punto di vista: insieme a Mi-Tomorrow un viaggio nel mondo studentesco ai tempi del Covid

Ribaltare il punto di vista. Il nostro. Di noi che questo lavoro lo facciamo ogni giorno provando a raccontare quello che succede in ogni...

Potrebbe interessarti