Leowalk
Leowalk

Si chiama “Leowalk” ed è una web app gratuita che attraverso alcune tappe propone un percorso inedito alla scoperta della Milano di Leonardo da Vinci. La mappa viene raccontata dalla voce dello speaker radiofonico Carlo Pastore. L’idea, realizzata in collaborazione con il Comune di Milano, è già sbarcata online ed è disponibile gratuitamente sul sito leowalk.it, in lingua italiana e inglese.

Cinque percorsi da cinque tappe ciascuno, che attraversano i luoghi del capoluogo meneghino segnati dai 20 anni in cui Leonardo ha soggiornato nella città (1482-1499 e 1508-1511). “Leowalk – Sulle tracce di Leonardo” propone una vera e propria mappa della Milano leonardiana da percorrere con cinque itinerari della durata compresa tra 37 minuti e 1 ora e mezza e della lunghezza fra tre e sette chilometri.

Ogni tappa è accompagnata inoltre da testi e foto che narrano il forte legame di Leonardo con la città. L’arrivo del genio alla corte di Ludovico il Moro in possesso solo di una strana lira di sua creazione, una lettera di presentazione a dieci punti e della ‘raccomandazione’ di Lorenzo il Magnifico, il suo lavoro da “party manager” per organizzare “La Festa del Paradiso” al Castello Sforzesco e la sua attività da “bartender”, che lo portò a ideare uno speciale cocktail afrodisiaco, l’Acquarosa.

Questi sono solo alcuni degli aspetti meno conosciuti della vita di Leonardo, che vengono messi in luce nel racconto di Pastore. Viene raccontata l’atmosfera che, all’epoca, si respirava nella capitale del Ducato di Milano ai tempi di Leonardo. Il progetto rientra nel palinsesto di eventi e proposte culturali della città per celebrare il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci ed è realizzato dalla Marketing & Communication Agency BrandMade in collaborazione con il Comune di Milano.

I PERCORSI

“Primo Incontro”
Parte dal Castello Sforzesco e si dirama nel centro storico passando per la Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana, dove sono conservati il dipinto di Leonardo “Ritratto del Musico” e il celebre Codice Atlantico, il Duomo, il monumento a Leonardo Da Vinci in Piazza Della Scala e termina al Palazzo del Senato, dove è conservata l’unica firma autentica di Leonardo da Vinci.

“L’Inseguimento”
Inizia al monumento equestre in San Siro, riproduzione del cavallo bronzeo realizzato dall’artista toscano, continua verso dove sorgeva la Casa dei Sanseverino, dove Leonardo era solito organizzare le sue feste, la Casa Atellani, custode della Vigna di Leonardo, il Palazzo Reale, dove si suppone siano state eseguite le prove di volo della Vite aerea, e si conclude al Museo Poldi Pezzoli, che conserva il quadro di Leonardo “Madonna che allatta il Bambino”.

“La Macchina dei Sogni”
Si avvia sull’acqua del Naviglio della Martesana e fa poi tappa alla Chiesa di Santa Maria alla Fontana, alla Conca dell’Incoronata, per la quale Leonardo lavorò in prima persona, alla Pinacoteca di Brera, che conserva due disegni del secondo periodo milanese di Leonardo, e infine alla Biblioteca Trivulziana, situata nel Castello Sforzesco, che conserva alcuni preziosi scritti del Maestro.

“Il Milanese”
Inizia dal Glicine di Leonardo, dove il Genio incontrava Ludovico il Moro, e prosegue poi in Piazza XXIV Maggio, cuore del sistema dei navigli, nella Conca di Viarenna, connessa agli studi idraulici compresi nel Codice Atlantico, in Piazza Sant’Ambrogio, in memoria della Chiesa di San Francesco Grande, che conservava “La Vergine delle Rocce”, per arrivare infine al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, che ospita una mostra con le riproduzioni di alcune tra le più straordinarie opere di Leonardo.

“Trasformazione”
È la tappa conclusiva, che inizia in Piazza Leonardo Da Vinci e continua verso l’omonimo Liceo Scientifico Statale, fino alla Veneranda Fabbrica del Duomo, il cui archivio serba documenti attestanti il coinvolgimento di Leonardo (attraverso una proposta mai accolta) nella progettazione del tiburio della cattedrale, alla chiesa di Santa Maria delle Grazie, il cui refettorio è custode del Cenacolo, e si conclude al Palazzo delle Stelline.

mitomorrow.it