26.4 C
Milano
14. 06. 2021 11:47

Smart working: arriva il “controllore” giapponese

Un software giapponese per controllare i lavoratori a casa: sarà accettato dagli smart worker milanesi?

Più letti

Nonostante il Comune abbia annunciato il ritorno in ufficio di gran parte dei suoi dipendenti, lo smart working non ci lascerà tanto facilmente. La pandemia ha ormai sdoganato la nuova modalità di lavoro da casa e con molta probabilità verrà sfruttata dalle aziende sempre più in futuro. Dal Giappone arriva un software che aiuterà i datori di lavoro a controllare i propri dipendenti.

Il software. Shunji Sugaya, fondatore di Optim, una società di software, a fine maggio ha lanciato Optimal Biz Telework, un’estensione del suo servizio principale chiamato Optimal Biz, creato nel 2009.

I datori di lavoro potranno utilizzare il software per gestire i dispositivi dei propri dipendenti da un browser web, consentendo loro di bloccare determinati siti e di prevenire la perdita di dati nei dispositivi rubati con blocco remoto e funzioni di cancellazione.

Attraverso l’intelligenza artificiale il programma permetterà anche di analizzare la produttività dei dipendenti, avvisando gli amministratori quando il personale non sarà attivo durante gli orari di lavoro. Il software permette di controllare simultaneamente più dspositivi tra cui anche smartphone e tablet.

software optimal biz controllo smart working

Il programma ideato da Sugaya non trascura nessun dettaglio, ma come reagiranno gli smart worker milanesi ad un controllo così pressante?

In breve

Milano, alla stazione Centrale (e non solo) appaiono delle proiezioni misteriose: di cosa si tratta?

Durante il weekend alla Stazione Centrale ed in altre zone di Milano sono comparse alcune proiezioni misteriose: su maxi...