4.8 C
Milano
29. 01. 2022 00:25

L’Italia tra i paesi con le bollette più care d’Europa: come si risparmia sugli aumenti previsti a gennaio

Più letti

Il 2021 è stato un anno particolarmente complesso, non solo per le problematiche a livello sanitario, ma anche per la salute delle tasche degli italiani. Hanno inciso pesantemente anche gli aumenti in bolletta arrivati in concomitanza con l’ultimo trimestre del 2021, e il nuovo anno non si aprirà sotto auspici diversi. Si prevede infatti un ulteriore boom in termini di rincari, con i prezzi della luce e del gas che schizzeranno alle stelle, raggiungendo purtroppo un nuovo record negativo. Non a caso, l’Italia figura nella lista dei paesi con le tariffe più alte in Europa.

In Italia la bolletta costa davvero cara: i motivi

In tanti si chiedono, giustamente, perché in Italia le famiglie siano costrette a pagare tariffe molto più alte rispetto ad altri paesi europei. Ci sono delle motivazioni che spiegano i continui salti in avanti compiuti dall’ARERA in termini di costi imposti nel mercato dell’energia a maggior tutela. Nella fattispecie, il nostro Paese dipende molto dalle importazioni di gas naturale, proprio come altre realtà come il Portogallo e la Spagna, che non a caso fanno compagnia all’Italia in questa speciale classifica.

Siccome il fornitore principale di gas naturale è la Russia, la Penisola subisce tutte le conseguenze della sua politica al rialzo dei prezzi, legata come sempre alle difficoltà vissute sotto pandemia. Come se non bastasse già questo, le riserve di gas della Russia si sono impoverite rispetto al passato; dunque, una minore presenza del bene fa aumentare il suo prezzo (è una legge di mercato). Questi dati verranno confermati dagli aumenti previsti a gennaio, che potrebbero raggiungere addirittura il +50% per il gas. Per questo sarà necessario imparare a risparmiare, come vedremo nel prossimo paragrafo.

Le possibili contromosse per contrastare i rincari

A gennaio, stando agli esperti, il prezzo del gas aumenterà del 50% e quello della luce elettrica arriverà al +25%. Vuol dire che le famiglie italiane devono adottare quanto prima delle contromosse, per poter risparmiare sulla spesa, ad esempio tagliando gli sprechi energetici. Prima di ogni altra cosa, però, conviene rivalutare l’offerta di energia proposta dal proprio fornitore, e svincolarsi se questa risulta troppo cara.

Fortunatamente, non è poi così complicato trovare alternative, e lo si capisce anche consultando alcune guide che spiegano come trovare – in base alle proprie esigenze – un elenco di tariffe sulla luce più conveniente. È chiaro poi che anche le persone dovranno impegnarsi nel concreto, adottando una serie di strategie per consumare meno energia. L’acquisto di elettrodomestici con classe energetica elevata è una soluzione molto intelligente, e lo stesso discorso vale per la protezione delle temperature interne della casa. Qui si suggerisce di installare gli infissi termoisolanti e di coibentare sia le mura, sia il tetto, con un cappotto termico.

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...