-3 C
Milano
19. 01. 2021 07:31

Rimborso biglietti aerei: l’Antitrust indaga su Alitalia e Volotea

L'Antitrust ha aperto un procedimento nei confronti delle due compagnie aree in seguito ai loro comportamenti non troppo trasparenti

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Dopo che ieri la Commissione Europea aveva aperto una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia perché aveva violato i diritti dei passeggeri, anche l’Antitrust interviene indagando ufficialmente sul comportamento delle compagnie aeree Alitalia e Volotea.

L’accusa. «Sulla base di numerose segnalazioni di consumatori – fa sapere l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) attraverso una nota -, sono stati avviati due procedimenti istruttori e due sub-procedimenti cautelari nei confronti di Alitalia e Volotea».

L’oggetto dei procedimenti è ovviamente la cancellazione di voli anche relativi a periodi in cui non sarebbero state vigenti limitazioni alla circolazione, ed inoltre, l’erogazione del voucher al posto del rimborso del prezzo del biglietto già pagato.

Al centro dell’indagine dell’Antitrust c’è anche la gestione del servizio clienti. Le due compagnie aeree «non avrebbero fornito un’adeguata informazione ai consumatori quanto ai diritti spettanti in caso di cancellazioni», così come previsto dalle norme europee sulla tutela dei passeggeri. Inoltre, l’autorità ha registrato numerose lamentele da parte dei clienti sui tempi d’attesa inerenti ai call center quantificabili fino a due ore.

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti