6.2 C
Milano
07. 03. 2021 00:16

Flop bike sharing: nessuna azienda supera il bando comunale

L'avviso pubblico del Comune per aumentare la flotta di biciclette della città non ha dato i frutti sperati

Più letti

Campagna vaccinale, anche le moschee offrono i loro spazi per le somministrazioni

Sulla scia di quanto già avvenuto in Inghilterra, anche le moschee italiane mettono a disposizione i propri spazi per...

Bollettino regionale, continua a crescere il tasso di positività: 1.450 contagi tra Milano e provincia

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.658 con la percentuale tra tamponi eseguiti (58.505 oggi) e positivi...

La provocazione dell’ “artivista” Cristina Donati Meyer: la Darsena si tinge di fucsia

Una nuova provocazione dell' "artivista" Cristina Donati Meyer in occasione della Festa della Donna: la Darsena si colora di...

L’avviso pubblico del Comune indetto per raddoppiare la flotta delle biciclette a flusso libero – da 8 mila a 16 mila – si è rivelata un flop. Nessuna delle aziende partecipanti ha superato il bando.

Misure troppo stringenti. «A oggi — si legge nel documento del Comune — le manifestazioni pervenute non sono state autorizzate in quanto le biciclette presentate non avevano le caratteristiche tecniche minime richieste dall’avviso pubblico; di fatto, quindi non risulta raggiunto l’auspicato e deliberato aumento di velocipedi presenti sul territorio del Comune».

In effetti i criteri di selezione erano particolarmente stringenti: dal peso massimo della bicicletta, al diametro dei tubolari, al numero di marce del cambio fino ad arrivare alle marcature Ue. Tuttavia Palazzo Marino sta cercando di correre ai ripari. «Al fine di aumentare la platea dei potenziali operatori interessati al servizio – si legge ancora nel documento comunale – si ritiene opportuno modificare le caratteristiche minime delle biciclette».

Nuove offerte. Grazie alle modifiche apportate al bando si sono fatte avanti nuove aziende. Si attendono i risultati nei prossimi giorni. L’ammorbidimento dei criteri di selezione era di vitale importanza: il piano del Sindaco è quello di muoversi sempre più verso la direzione dell’ecosostenibilità dando maggiore impulso alla mobilità dolce. Per concretizzare l’obiettivo di una flotta di biciclette raddoppiata non si poteva far altro che allentare la “selezione all’ingresso”.

In breve

La provocazione dell’ “artivista” Cristina Donati Meyer: la Darsena si tinge di fucsia

Una nuova provocazione dell' "artivista" Cristina Donati Meyer in occasione della Festa della Donna: la Darsena si colora di...