6.1 C
Milano
23. 01. 2021 22:23

Campagna di vaccinazione anti-Covid, è già polemica. Gallera: «Da domani iniziamo a pieno ritmo»

In Lombardia al momento sono stati effettuate solo il 4% delle vaccinazioni disponibili in Italia, nonostante sia la regione più popolosa

Più letti

Milan, campione d’Inverno con sconfitta: la banda del Gasp rovina la festa a metà ai rossoneri

C'è una notizia buona ed una cattiva. Quella buona è che il Milan è ufficialmente campione d'inverno. Quella cattiva...

Letizia Moratti rincara la dose:«Speranza pretendeva che dicessimo che c’era stato un errore nostro»

Il botta e risposta tra Regione e Governo sugli errori riguardanti l'indice Rt sembra non voler finire. Dopo le...

Milano, terminata l’occupazione del Boccioni: da lunedì la scuola riparte

L'occupazione del liceo artistico Boccioni di Milano è terminata intorno alle 17. I ragazzi, dopo aver seguito le lezioni...

La campagna di vaccinazione anti-Covid è già partita, ma in Lombardia è già polemica. Nonostante la Lombardia sia la regione più popolosa e soprattutto la zona più colpita dalla pandemia, al momento all’interno dei suoi confini sono stati effettuati solo il 4% dei vaccini arrivati in Italia dalla Pfizer. Nelle altre regioni, anche se con un numero minore di contagi, le vaccinazioni procedono certamente ad un ritmo più sostenuto.

Difesa. L’assessore al Welfare Giulio Gallera è stato immediatamente costretto alla replica per evitare una nuova brutta figura: «Chi utilizza delle graduatorie riferite a tre giorni, di cui uno festivo, per continuare a cavalcare polemiche pretestuose, dimostra assenza di responsabilità istituzionale e politica – ha dichiarato -. La nostra agenda prevede almeno 10 mila vaccinazioni al giorno. Un numero che, con tutte le strutture a regime, potrà salire in questa prima fase tra personale medico e ospiti di Rsa fino a 15 mila».

La Lombardia, che essendo la regione più popolosa si prepara ad affrontare la profilassi più ampia, ha optato, a differenza di altre Regioni, per una distribuzione su 65 hub, anche se solo 34 ricevono direttamente da Pfizer le consegne. Una strategia che pagherà nel lungo periodo, ma che non ha favorito il ritmo dei primi giorni.

Il piano originario prevedeva inoltre di aprire la campagna dal 4 gennaio. «Una scelta ponderata – ha aggiunto Gallera -, motivata anche dal fatto che nei giorni delle festività parte del personale ha goduto di un sacrosanto riposo, visto che dal mese di febbraio, come in nessun altra regione italiana, è sotto pressione per la violenza con cui il virus ha colpito il nostro territorio».

In breve

Milan, campione d’Inverno con sconfitta: la banda del Gasp rovina la festa a metà ai rossoneri

C'è una notizia buona ed una cattiva. Quella buona è che il Milan è ufficialmente campione d'inverno. Quella cattiva...

Potrebbe interessarti