25.1 C
Milano
03. 08. 2021 16:55

«Se mostri il seno bevi gratis», il cartello del locale milanese che non piace

Piogge di critiche per il locale "The Social Chupiteria": il cartello che fa discutere

Più letti

«Una goliardata», hanno definito così i titolari del “The Social Chupiteria” il cartello esposto nel loro locale. La trovata voleva strappare qualche sorriso, ma ha ottenuto esclusivamente una pioggia di critiche: sui social centinaia di messaggi riportanti accuse di sessismo.

La vicenda. Il cartello è iniziato a rimbalzare sui social dopo che Luca Gibiliini, membro della Direzione relazioni istituzionali del Gabinetto del Sindaco di Milano, aveva postato una foto con il tanto discusso problema.

Il messaggio riportato sul cartello era alquanto esplicito. Si offrivano tanti chupiti quanto il numero della taglia di reggiseno (ovviamente da mostrare per accedere alla bevuta), altri 5 chupiti in caso di bacio al barista e così via. Inoltre in fondo il cartello precisava: «Se fai la menosa, ricorda che le altre ce l’hanno come te e vai a f*****o».

Non è tardato ad arrivare anche il commento dell’assessore Maran: «Coi tavolini all’aperto ecc. ci siamo posti l’obiettivo di salvare i locali milanesi e la nostra socialità. Obiettivamente non tutti meritano di essere salvati».

Le scuse. I titolari hanno cercato immediatamente di porre riparo alla situazione pubblicando un messaggio di scuse sulla loro pagina: «Spesso le gogliardate che fanno ridere noi stessi non ci rendiamo conto che possono ferire altre persone. Ci scusiamo per chi si è sentito colpito. Il cartello con le regole (mai attuate ovviamente) è stato rimosso».

In breve

Festa per Adriana Grassi, il 5 agosto compie 105 anni

Raggiungere i centocinque anni di vita, di cui tredici in una Rsa, non è cosa da poco. Se poi...