6.8 C
Milano
23. 11. 2020 20:50

La Colletta Alimentare si fa digitale: ecco le “charity card”

Più letti

Un format inedito per la prima della Scala orfana del suo pubblico

Un nuovo format attende la prima della Scala. Il 7 dicembre, la notte di sant'Ambrogio, andrà in scena, l'inaugurazione...

Bollettino regionale, cala il numero delle terapie intensive e dei ricoveri: Milano, +576

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.289, di cui 424 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (32.862...

Lombardia, il governo non vuole aprire gli impianti sciistici: «Scelta scriteriata»

La decisione del Governo di tener chiusi gli impianti sciistici ha fatto andare su tutte le furie la giunta...

Il Banco Alimentare ha scelto Epipoli, gruppo fintech italiano specializzato nelle carte prepagate, nei sistemi di engagement e di couponing, per sviluppare una “charity card” e rendere la Colletta Alimentare digitale. Le card, da 2, 5 o 10 euro, sono acquistabili nelle casse dei supermercati aderenti oppure online (qui link diretto).

Situazione. «In un momento difficile per molte famiglie italiane e in un periodo dove fare la spesa è diventato pericoloso, per garantire la continuità di questa ricorrenza tutelando la sicurezza di chi dona e di chi riceve, la Charity Card consentirà a ogni consumatore di donare parte della propria spesa semplicemente acquistando la carta nel proprio supermercato di fiducia o online», spiega una nota.

Numeri. Nel 2019 la Giornata della Colletta Alimentare, che quest’anno cadrà il prossimo 28 novembre, ha coinvolto circa 13.000 supermercati in tutta Italia. Sono state raccolte 8.100 tonnellate di beni alimentari, l’equivalente di 16.200.000 pasti. Quanto raccolto, insieme a quanto recuperato dal Banco Alimentare nella sua ordinaria attività durante tutto l’anno, è stato distribuito a circa 7.500 strutture caritative che assistono oltre 1,5 milioni di persone. «Abbiamo deciso di modificare la forma della Colletta Alimentare di quest’anno, affinché si potesse svolgere in tutta sicurezza, – afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus. La sostanza della Colletta, però resta la stessa, e questo anche grazie al lavoro di Epipoli, che ci aiuta a portarla avanti anche in una situazione così critica. Oggi più che mai è infatti importante riuscire a dare un aiuto a chi ha bisogno, e non potevamo permettere che le difficoltà attuali ci fermassero. Abbiamo scelto di trasformare gli ostacoli presenti in un’occasione per avvicinarci a soluzioni innovative che potranno esserci utili anche in futuro». Il testimonial scelto è Claudio Marchisio che ha rivolto un videomessaggio di appello per alimentare le donazioni.

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

A lezione di inclusività: il progetto “Comunità affettiva” dell’istituto Freud

La didattica a distanza è tornata ad essere una costante per gli istituti superiori. Così la scuola superiore Freud...

Bollettino regionale, cala il numero delle terapie intensive e dei ricoveri: Milano, +576

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 5.289, di cui 424 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (32.862 oggi) e positivi che scende...

Lombardia, il governo non vuole aprire gli impianti sciistici: «Scelta scriteriata»

La decisione del Governo di tener chiusi gli impianti sciistici ha fatto andare su tutte le furie la giunta della Regione Lombardia. «Tenere chiusi...

A caccia del gene: un motore di ricerca tutto italiano per comprendere meglio il Covid

Un motore di ricerca Made in Italy potrebbe rendere più semplice conoscere a fondo il patrimonio genetico del virus che causa il Covid, svelandone...

A lezione di inclusività: il progetto “Comunità affettiva” dell’istituto Freud

La didattica a distanza è tornata ad essere una costante per gli istituti superiori. Così la scuola superiore Freud di Milano ha lanciato un...

Potrebbe interessarti