25.4 C
Milano
17. 09. 2021 17:24

Coronavirus, l’elenco delle attività che riaprono martedì

Più letti

Dall’uso delle aree forestali, per tagliare i boschi, alla fabbricazione dei computer. Sono alcune delle attività che potranno ripartire dal 14 aprile, secondo la nuova lista dei codici Ateco allegata al Dpcm con la proroga delle misure di contenimento del coronavirus.

Dal 14 aprile saranno aperti i seguenti negozi (molti dei quali non hanno mai chiuso):
Ipermercati
Supermercati
Discount di alimentari
Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
Farmacie
Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione
medica
Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria
Commercio al dettaglio di libri
Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati
Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
Attività delle lavanderie industriali
Servizi di pompe funebri e attività connesse

Fabbriche. Per quanto riguarda le industrie, sono ammesse la produzione di fertilizzanti e prodotti chimici per l’agricoltura e a quella di utensileria manuale, tra le attività consentite ricompare l’industria di legno e sughero (esclusi i mobili) ma anche gli articoli in paglia e i materiali da intreccio, mentre insieme alla costruzione di Pc e periferiche si potranno ricominciare a produrre anche componenti e schede elettroniche. Ripartiranno anche le attività di riparazione e manutenzione di aerei e treni, oltre alla cura e manutenzione del paesaggio. Via libera anche alle opere idrauliche. Con la riapertura delle cartoleria riparte anche il commercio all’ingrosso, compreso quello di carta e cartone.

Call center. Per i call center il documento precisa che le attività sono consentite solo “in entrata”, per le risposte alle chiamate degli utenti per informazioni o per trattare con i clienti per assistenza o reclami.

In breve

Green Pass, Pregliasco: «Meglio l’obbligo vaccinale»

Mentre il green pass è stato esteso anche ai lavoratori del privato, c'è chi chiede misure più severe da...