22.1 C
Milano
22. 06. 2021 09:55

Estate ai tempi del coronavirus: il piano delle piscine

Il Comune sta varando diversi piani per garantire l'utilizzo delle piscine a grandi e piccoli durante l'estate

Più letti

L’estate in fondo non è così lontana, ma purtroppo in questo periodo parlare di vacanze ha un pò un sapore anacronistico. Con molta difficoltà le famiglie quest’anno si muoveranno dalle grandi metropoli. Nel capoluogo meneghino però le piscine potrebbero assumere un rinnovato ruolo centrale.

Summer school. Non si sa ancora con certezza come si strutturerà la tanto attesa fase 2. Ipotizzare le vacanze estive sarà però difficile per vari motivi: da un lato potrebbero essere ancora presenti restrizioni sui movimenti all’infuori della propria regione, mentre dall’altro le famiglie fiaccate da queste mesi di inattività potrebbero non avere risorse economiche da destinare al mare e alla spiaggia.

Nei giorni scorsi il sindaco Sala aveva anticipato il varo di una summer school per aiutare le famiglie con la gestione dei figli durante i mesi estivi. Tra le varie ipotesi in corso a Palazzo Marino si sta prendendo fortemente in considerazione il ruolo delle piscine. Queste potrebbero accogliere i più piccoli grazie ad un ampliamento anche ad agosto dei classici campus estivi, ma anche trasformarsi in una piccola oasi di relax per gli adulti orfani delle ferie.

Nuovi orari. Nei piani di Palazzo Marino le piscine comunali resteranno aperte fino alle 23 di sera ed avranno ingressi contingentati per garantire la massima sicurezza. Si sta valutando la possibilità di inserire un servizio di prenotazione online ed eliminare gli spogliatoi chiedendo di arrivare a tutti già con il costume indosso.

piscina ponzio
piscina ponzio

Milanosport. Come già anticipato, le piscine potrebbero giocare un ruolo di primo piano anche per i più piccoli. Milanosport vorrebbe ad esempio raddoppiare i propri campus. «Se e come ci daranno il via libera – spiega Chiara Bisconti, presidente della società del Comune – vorremmo farci trovare pronti a partire anticipando la data di inizio e tenendo aperti anche ad agosto».

Solitamente i campus estivi si tengono al Lido e al Saini. Per rendere fruibile a tutti il servizio, Milanosport ha proposto al comune di estendere il numero di centri sfruttando sia quelli al coperto che quelli all’aperto. «Le piccole piscine coperte – aggiunge Bisconti – e stiamo parlando di almeno quindici indirizzi di quartiere, sono quelle che potremmo gestire subito con minori problemi di affollamento»

In breve

A Milano un giardino in memoria di Nilde Iotti

Alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e dell’assessora alla Cultura...