20.6 C
Milano
23. 06. 2021 04:37

Il coronavirus cambia il lessico: le nuove parole entrate nel nostro vocabolario

Il virus non ha cambiato solo il nostro modo di vivere, ma anche il nostro modo di esprimerci

Più letti

Il coronavirus ha cambiato indubbiamente il nostro modo di vivere. Tra i tanti cambiamenti c’è anche quello del lessico: nel nostro vocabolario sono entrate nuove parole fino a poco tempo inimmaginabili. Lo mostra chiaramente il Nuovo-Devoto Oli che nell’edizione 2021 presenta un nuovo aggiornamento di 600 vocaboli tra neologismi e nuovi significati.

Le parole del Covid. Tra le parole entrate nel nostro vocabolario quotidiano troviamo tanti termini collegati al virus: lockdown, distanziamento sociale, spillover, droplet, autoquarantena, quarantenare, tamponare, ma anche termini più specifici come biocontenimento o cisgender.

«Questa emergenza sanitaria ha evidenziato quanto sia importante una lingua, la condivisione comune – ha dichiarato Bianca Gismondi, responsabile lessicografica dei vocabolari Le Monnier-Mondadori Education – . Ci ha reso comunità. Abbiamo visto e sentito tanti esperti in televisione, alla radio, tutti sollecitati ad esprimersi nella maniera più chiara possibile».

parole coronavirus

Quel senso di comunità internazionale si evince anche dalla volontà di non tradurre certi vocaboli, come ad esempio “lockdown”. «Lockdown potevamo tradurlo con confinamento o chiusura totale – ha sottolineato Gismondi -, ma tutto sarebbe stato fuorviante perché la parola ha una sua immediatezza, esprime una serie di concetti che avrebbero richiesto una perifrasi. Lockdown è qualcosa di nuovo, non paragonabile a qualcosa che è successo prima, come è capitato realmente».

 

In breve

Corso Buenos Aires, sulle ciclabili si (ri)parte… con polemica

Si può considerare la più controversa realizzazione dell’amministrazione Sala, quella che ha suscitato più polemiche e che ha creato...