8.9 C
Milano
05. 03. 2021 11:19

Ristoratori in Prefettura: «Chiusi per salvare voi». E un corteo blocca la Milano-Lecco: le immagini

Disagi sull'autostrada per il lungo corteo: la meta finale è il palazzo della Regione. Nel frattempo altri ristoratori portano "doni speciali" in Prefettura...

Più letti

Willie Peyote, il cantante più “politico” del Festival: «Se sei un guastatore, come puoi esimerti»

«Avere un personaggio che funziona è più importante che avere talento, avere il consenso è più importante che avere...

La prima volta a Sanremo dei Coma_Cose: «Amore e disagio: Milano è alienante»

Si chiama Fiamme negli occhi il brano scritto a quattro mani da Fausto Lama e California, in arte Coma_Cose:...

Il ritorno di Renga all’Ariston: «Quelle piccole felicità da proteggere»

«Tornare a Sanremo non ha mai avuto per me un significato più profondo». Parole e musica di Francesco Renga,...

Un corteo di auto di ristoratori è arrivato dalla Brianza a Milano. L’obbiettivo è raggiungere il palazzo della Regione dove oggi pomeriggio alle 16 è prevista una nuova manifestazione.

La situazione.  Sono entrati a Milano da via Fulvio Testi, scortati da auto della polizia. Un primo gruppo è partito da Giussano e via via si sono aggiunte le altre macchine lungo il tragitto.

Il corteo è partito dalla Valsassina e per tutto il tragitto i ristoratori hanno percorso l’autostrada ad andatura lenta per creare disagi alla circolazione.

«Abbiamo lasciato libera la corsa d’emergenza e quella di sorpasso – ha spiegato all’ANSA Mauro Meda, imprenditore di Seregno – in modo che potessero passare i mezzi di soccorso e siamo andati a circa 40 km all’ora. Qualcuno arriverà al lavoro dieci minuti in ritardo, così capirà come ci sentiamo noi che non possiamo andare a lavorare. Volevamo dare un segnale per far notare che siamo qua non per capricci ma perché non possiamo lavorare, perché da ottobre i nostri dipendenti non hanno ricevuto la cassa integrazione».

Prefettura. Questa mattina invece alcuni ristoratori si sono trovati sotto la Prefettura per portare in dono al Prefetto Roberto Saccone alcune ceste contenenti prodotti scaduti. L’appuntamento principale resta quello di oggi pomeriggio alle 16 a Palazzo Lombardia dove confluiranno i ristoratori da tutta la Regione.

«Abbiamo esaurito le forze», si legge sui cartelloni esposti dai ristoratori presenti. «Chiediamo il giusto supporto – affermano i presenti -. Se falliamo noi, fallite voi. Per ora restiamo chiusi per la vostra salute».

In breve

Milano, per la festa della donna occhio agli scioperi

Sarà una festa della donna probabilmente in zona rossa a Milano. Ma anche con uno sciopero generale proclamato per...