20.3 C
Milano
17. 09. 2021 23:32

Il virologo Demicheli sul dato decessi “zero”: «Strettamente connesso al calo delle terapie intensive»

Il direttore dell'Ats milanese, Vittorio Demicheli, prova a dare una spiegazione al numero "zero" relativo alla casella dei decessi di ieri

Più letti

Nella giornata di ieri il dato dei decessi fermo a quota zero ha fatto scalpore: non è ancora dato sapere se faccia riferimento all’effettiva assenza di vittime, oppure alla mancata comunicazione da parte del servizio ospedaliero e anagrafico. Tuttavia, il professor Vittorio Demicheli, epidemiologo alla guida della task force della Regione e direttore sanitario dell’Ats di Milano, spiega per quale motivo i decessi siano in calo.

Meno terapie intensive. Il calo dei decessi delle ultime settimane è strettamente collegato al ridimensionamento delle terapie intensive. «A morire sono sempre i malati più gravi, spesso intubati – spiega il professore – .Se il numero nelle ultime settimane è sceso da oltre 1.300 ai 197 di ieri significa che sono molte meno anche le persone con un quadro clinico compromesso».

Su quanto sia calata l’incidenza del virus, però Demicheli non osa sbilanciarsi. «Credo che stiamo vivendo un fenomeno che gli inglesi chiamano harvesting – aggiunge l’epidemiologo – .Il virus ha fatto la cosiddetta “mietitura”, ha accelerato quindi il percorso clinico di persone fragili, in molti casi con altre patologie. Può essere che ora abbia consumato il bacino dove poteva fare più danni e si presenti con letalità contenuta».

Anche se non c’è ancora una certezza i dati sono confortanti, soprattutto per il calo di ingressi al pronto soccorso. «La curva di chiamate al 118 è tornata a livelli pre-Covid», sottolinea ancora il direttore sanitario.

Futuro. Per quanto riguarda le prossime settimane cosa bisogna attendersi? «Non possiamo escludere una ripresa del contagio -conclude Demicheli -. Tuttavia la prima riapertura del 4 maggio è stata assorbita. Se il trend dovesse continuare ad essere questo in un paio di settimane potremmo arrivare a numeri primi».

 

In breve

Green Pass, Pregliasco: «Meglio l’obbligo vaccinale»

Mentre il green pass è stato esteso anche ai lavoratori del privato, c'è chi chiede misure più severe da...