29.7 C
Milano
30. 07. 2021 19:48

Cosa ci attende per l’estate 2021? Tra sole, maschere, mascherine e le immancabili regole anti-Covid

Più letti

E’ stato un anno drammatico per il turismo con cali vertiginosi per tutti gli operatori del settore. Eppure non si avvertono segnali di resa, anzi da parte dei vettori è lanciato un segnale di sfida con nuove rotte interne e internazionali.

Intercontinentali. La novità più importante arriva da un’ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza, che estende la sperimentazione dei voli intercontinentali “Covid tested” tra Italia e Stati Uniti fino al 30 giugno 2021. Di cosa si tratta?

Secondo il provvedimento dello scorso 9 marzo tutti i passeggeri in partenza sulla tratta Milano Malpensa-New York e viceversa dovranno presentare, all’atto dell’imbarco, una certificazione che attesta il risultato negativo del test molecolare (RT PRC) o antigenico, effettuato nelle 48 ore prima del volo.

In particolare, i passeggeri in arrivo a Milano Malpensa, avranno la possibilità di evitare la quarantena o l’isolamento fiduciario, previsto per coloro che arrivano dagli Stati Uniti, effettuando un test antigenico (RADT) in aeroporto. I voli che potrebbero beneficiare dalla sperimentazione sono Delta Air Lines, American Airlines ed Emirates. Una novità potrebbe riguardare presto anche Neos, la compagnia del gruppo Alpitour: il vettore italiano ha fatto richiesta al DOT, il ministero dei trasporti americano, per poter operare con collegamenti diretti tra Italia e Stati Uniti con voli passeggeri, charter e cargo.

Low cost. Novità importanti per la compagnia irlandese che potenzia la base di Milano Malpensa. Dal prossimo luglio, infatti, verranno introdotti due aeromobili e saranno operative trenta rotte, di cui quattro nuove per Barcellona, Corfù, Santorini e Zante.

Ci saranno collegamenti con destinazioni turistiche come Gran Canaria e Alicante, con mete per un city break come Berlino e Dublino e collegamenti domestici con Catania e Palermo E’ previsto anche un aumento dei voli per Alghero, Cagliari, Heraklion, Palermo, Brindisi, Bari, Catania, Londra Stansted, Porto e Vienna.

Da segnalare che Ryanair ha detto che non prevederà sui propri voli il “passaporto vaccinale” che l’Unione europea vuole introdurre da metà giugno. A partire dal 29 aprile Wizz Air, l’aviolinea ungherese che ha conosciuto un 2020 di grande espansione, inaugurerà il volo Milano Malpensa-Olbia. A maggio i biglietti andata e ritorno (extra esclusi) toccano i 25 euro, a luglio i 50.

Qui Linate. Aumenta l’offerta anche del city airport milanese. La compagnia bulgara Tayaranjet effettuerà 28 voli settimanali per collegare Milano Linate–Trapani, la spagnola Volotea ha annunciato l’avvio delle sue attività presso l’aeroporto di Milano Linate con tre nuovi collegamenti dal Forlanini per Catania (primo volo in calendario il 4 giugno), Lampedusa e Pantelleria (entrambi operativi dal 5 giugno).

Milano Linate operatività

La romena Blue Air incrementa il suo servizio Linate-Bucarest a quotidiano e lancia Cluj–Linate come primo servizio in assoluto di Ultra-Low-Cost. A partire dallo scorso 28 marzo Blue Air ha introdotto voli diretti per Milano Linate, offrendo fino a 7 servizi settimanali da Bucarest Otopeni e 2 servizi settimanali da Cluj Napoca per la Summer 21.

Qui Orio. Ryanair ha annunciato nuovi investimenti nella sua base di Bergamo Orio al Serio con un aeromobile di base aggiuntivo, oltre 600 voli settimanali e 100 rotte in totale, di cui due nuove per Banja Luka (Bosnia) e Belfast City (Irlanda del Nord).

La programmazione di Ryanair da Bergamo per l’estate 2021 prevede 20 aeromobili di base, per 600 posti di lavoro totali, 100 rotte, l’aumento dei voli verso diverse destinazioni tra cui Alghero, Lanzarote, Napoli e Trapani e collegamenti con destinazioni turistiche come Chania, in Grecia, e Maiorca in Spagna, Berlino e Lisbona e collegamenti nazionali con Catania e Napoli.

Treni. E’ pronto anche il treno “Covid free” tra Milano e Roma. La fase sperimentale, che coinvolgerà due vetture Frecciarossa nella tratta tra la Capitale e il capoluogo lombardo, partirà dopo Pasqua e non prevederà fermate intermedie.

Per accedere al treno Covid free sarà necessario portare con sé un certificato di negatività con l’esito di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti al viaggio. In assenza dell’attestazione, i viaggiatori potranno effettuare un tampone gratuito nei gazebo della Croce Rossa Italia presenti nelle stazioni di Roma Termini e Milano Centrale. Se l’esito del tampone dovesse evidenziare la presenza del Sars-Cov-2, è previsto il rimborso del 100% del biglietto, anche se a tariffa scontata.

Goffi (Aliviaggi): «C’è chi va alle Maldive facendo sponda su altri aeroporti»

Il turismo va male, si fa fatica a rilanciare l’attività ma ciò che preoccupa di più in questo momento è l’incertezza normativa. E’ il parere di Andrea Goffi, direttore e titolare di Aliviaggi, che a Mi-Tomorrow spiega le difficoltà che sta vivendo la categoria.

Come si lavora in un’agenzia turistica ai tempi del Covid?
«Manca il contatto diretto con i clienti che è nel nostro mestiere è un valore aggiunto».

Siamo all’anno zero del turismo?
«Bisogna distinguere, c’è il business travel che qualcosa produce, anche perché gli spostamenti per lavoro sono ammessi. Se invece parliamo di tour operator la situazione cambia perché ci possono essere destinazioni aperte ma non raggiungibili per motivi turistici, mi spiego meglio con un esempio».

Prego.
«Andare in Thailandia significa dovere fare 14 giorni di quarantena quando arrivi».

Cosa è necessario per fare ripartire il turismo?
«La cosa importante, che tutti stiamo aspettando, è che il Dpcm sia chiaro sulla destinazioni, dobbiamo sapere se si potrà andare a Dubai o alle Maldive, a tutt’oggi vige ancora il decreto dello scorso luglio che limita il turismo solo nei paesi dell’Unione Europea».

Fuori dall’Europa non si può andare?
«C’è chi ci va lo stesso, prende un volo per Zurigo o Francoforte e poi parte per le Maldive».

Come sarà l’estate 2021?
«Probabilmente come quella dello scorso anno, in primo luogo faremo vendite sul territorio italiano che consente una maggiore sicurezza, poi sulle isole del Mediterraneo. C’è l’Egitto che ha riaperto, vediamo se il nostro governo lo ammetterà tra i paesi visitabili».

Anche la Spagna sta riaprendo al turismo.
«Sì, con determinate precauzioni, anche la Grecia offre le isole Covid free».

Oltre alle normative quale può essere un sostegno?
«Il passaporto vaccinale europeo».

Com’è il comportamento dei clienti?
«Per le località italiane sono abbastanza tranquilli, per le altre sono dubbiosi, chiedono la garanzia di potere disdire il viaggio».

C’è sempre la domanda di vacanza?
«Con l’avvio dei vaccini c’era stata l’impennata, ora sta un po’ scemando a causa dell’incertezza: diciamo che la voglia di vacanza c’è ma la richiesta non è continua».

Esitini (Agenzia Sant’Ambroeus): «Speriamo ormai nel Natale»

Non c’è ottimismo, le chiamate sono poche e tiepide, si rischia una stagione come quella del 2020. Secondo Eleonora Esitini, dal 1974 titolare dell’agenzia Sant’Ambroeus, forse si potrà ripartire il prossimo Natale.

In 47 anni avete mai conosciuto una crisi come questa?
«No, nonostante abbiamo conosciuto situazioni non facili».

Avete ricevuto sostegno del Governo?
«I ristori ci sono, ma noi nel 2020 abbiamo realizzato una fatturazione straordinaria che ci ha impedito di chiedere i ristori che si basano sulle fatture non sugli utili».

Oggi com’è la vostra attività?
«Siamo fermi».

Qualcuno vi chiama?
«Certo, abbiamo una clientela storica, ci chiedono informazioni, hanno molti dubbi».

Quali mete sono richieste?
«L’Italia, com’è accaduto lo scorso anno, ma per fare le vacanze nel nostro paese non c’è bisogno di agenzie, ci si può mettere d’accordo con gli hotel».

Luoghi più richiesti?
«Premesso che la nostra clientela è di estrazione medio alta, di solito Puglia e Sardegna, quest’ultima è un po’ cara e si può sempre optare per Milano Marittima».

L’estero?
«Non ho richieste. La nostra agenzia ha sempre proposto viaggi organizzati in Africa, Canada, Usa, nel 2019 abbiamo avuto un boom: adesso abbiamo viaggi cancellati negli Usa che riproporremo più avanti».

E i posti esotici?
«Si faranno i viaggi solo quando la pandemia sarà estinta».

Insomma è tutto fermo.
«Per fortuna si lavora con il business travel che riguarda soprattutto l’Europa, c’è qualcosa anche in altri continenti, ad esempio in America».

La Cina?
«E’ fuori mercato».

Qualche posto sicuro c’è.
«C’è l’Australia ma è un posto che viene scelto per i viaggi di nozze e questo non è il momento in cui la gente si sposa».

Qual è il problema più grande per chi vuole viaggiare?
«L’incertezza, le cose cambiano da un giorno all’altro per cui si va sul sicuro».

Quali previsioni si possono fare?
«Questo è un periodo in cui di solito si prenotano i viaggi internazionali per cui si può dire che questa estate sarà all’incirca come quella che precedente. Le cose potrebbero cambiare a Natale, se le vaccinazioni procedono, potrebbero riprendere i viaggi per la Maldive e le Seychelles».

 

 

In breve

Bollettino regionale, nonostante la variante Delta terapie intensive in calo: Milano, +102 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 678 con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.583 oggi) e positivi...