7.9 C
Milano
15. 04. 2021 07:00

Femminicidio a Trucazzano: coppia costretta in casa per il Covid-19

Più letti

Bollettino regionale Covid: tasso di positività al 4,2%, intensive -6, ricoveri -138, decessi +85

I positivi al Covid-19 riscontrati nelle ultime 24 ore in Lombardia sono 2.153 con la percentuale tra tamponi eseguiti...

L’industria musicale: «Via libera al calcio? Una farsa»

«Se è possibile accedere in uno stadio con 16mila persone per il calcio deve essere possibile anche per un...

Il giorno del vaccino: cronaca di un’esperienza diretta

Non solo code chilometriche di anziani ammassati in fila, magari sotto la pioggia, per ricevere il vaccino contro il...

Tragedia a Trucazzano, in provincia di Milano, dove una guardia venatoria di 47 anni ha ucciso la propria compagna, coetanea, con un colpo di fucile a pompa alla testa mentre dormiva. Subito dopo, nella notte, l’omicida si è presentato alla Caserma dei Carabinieri di Cassano d’Adda per confessare.

I fatti. Pare che il movente fosse la volontà della donna di lasciare l’uomo dopo nove anni di relazione. I due, originari dello stesso paese in Sicilia, si conoscevano da moltissimi anni. Si erano poi ritrovati a Milano e avevano iniziato una relazione sentimentale, andata avanti per diversi anni fino a quando, poco tempo fa, la donna aveva deciso di interromperla. Nonostante le tensioni, la donna aveva deciso comunque di ospitare l’uomo, che lavorava a Bressanone, per via dell’isolamento imposto dell’emergenza coronavirus. Erano, insomma, costretti ad una convivenza forzata a causa delle prescrizioni varate per il Covid-19. Nessuno dei due risultava contagiato.

In breve

Maran: «Prorogare gratuità dell’occupazione del suolo pubblico per tutto il 2021»

«Ribadisco che è fondamentale che il Governo proroghi la gratuità dell'occupazione suolo pubblico per tutto il 2021 con i...