15.6 C
Milano
28. 09. 2021 08:50

Fontana: «È in atto un attacco contro la Lombardia»

Più letti

Si fa sempre più acceso il dibattito tra Governo e Regioni (e tra le stesse Regioni) sulla ripartenza post emergenza Covid-19, la cosiddetta “fase 2”. In particolare, il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha fatto sapere di non credere nella riapertura di alcuni territori prima di altri.

Due velocità. «Le decisioni saranno prese tutti insieme sulla base delle valutazioni dei tecnici a tutela della salute – ha spiegato Fontana -, ma non credo che si possa arrivare a quello perché l’Italia potrebbe rimanere zoppa». E sull’ipotesi che qualcuno voglia chiudere i propri confini, come ha minacciato il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, il governatore lombardia si augura «che sia stato male interpretato».

Veneto. Sulla stessa linea il governatore del Veneto, Luca Zaia: «Se alcuni presidenti chiudono i confini regionali allora fanno loro l’autonomia, non è Nord contro Sud, è Sud contro Nord».

Polemiche. «Avrei pensato che ci sarebbe stato un po’ più di buon gusto, aspettare almeno fino alla fine della tempesta – ha aggiunto poi ancora Fontana a proposito delle polemiche delle ultime ore -. E’ in atto un attacco contro di noi».

In breve

Si torna a San Siro: il Milan si prepara ad ospitare l’Atletico Madrid

Dopo quella di due settimane fa ad Anfield contro il Liverpool, un’altra magica notte di Champions League attende il...