2.5 C
Milano
21. 01. 2021 03:51

Gallera: «Lombardia andrà in arancione da sabato o lunedì»

Più letti

Bollettino regionale, leggero aumento di ricoveri nei reparti ospedalieri: Milano, +187 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.876, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

«Basta, siamo stremati», una nuova protesta dei ristoratori: cesti di prodotti scaduti per il Prefetto

I ristoratori sono nuovamente sul piede di guerra. Domani andrà in scena una nuova manifestazione che si svolgerà al...

Terza ondata? Galli: «Al momento non ci sono segnali»

Quando arriverà la terza ondata? Molto probabilmento non ora. Ne è convinto il professor Massimo Galli, direttore del reparto...

Per l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, «lo sforzo dei lombardi ha dato risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti» dunque «è giusto che si possa iniziare con una riapertura lenta, graduale che però deve essere accompagnata da grande senso di responsabilità, perché non dobbiamo ricadere a breve in una situazione di criticità».

Tempi. L’imminente passaggio da zona rossa ad arancione è ancora da definire nei tempi. «Ci stiamo confrontando con il Governo, non so se partiremo il lunedì o già il sabato – ha detto Gallera -. C’è una riduzione quotidiana costante dei posti letto impegnati per Covid, sia in in pneumologia sia in terapia intensiva. La situazione sta migliorando, mentre l’elemento che stiamo notando è un incrementi dei no Covid nei pronto soccorso. L’Rt di Milano dato dall’Ats è 0,86, quindi ampiamente sotto l’1, ma dobbiamo procedere con gradualità».

Rsa. L’assessore ha annunciato la nuova delibera per la gestione dei pazienti postivi della rete territoriale delle Rsa e Rsd. I contatti stretti, i positivi asintomatici o paucisintomatici «possono rimanere all’interno solo delle strutture che possono mantenerli in sicurezza e possono garantire l’isolamento». «Prevediamo inoltre test a tappeto dentro le Rsa. Ogni 15 giorni sottoporremo a test ospiti e operatori con l’obiettivo di testare anche i parenti», ha aggiunto Gallera, riferendosi ai
tamponi rapidi antigenici.

In breve

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Potrebbe interessarti