20 C
Milano
22. 09. 2021 13:21

Giorgio Goggi: “Meno grattacieli e più case per i milanesi colpiti da pandemia”

Il Candidato Sindaco dice no al trasferimento dell’Istituto dei Tumori e rilancia nuove idee per Piazzale Loreto e San Siro

Più letti

Giorgio Goggi, candidato alla carica di Sindaco di Milano per le elezioni alle Comunali milanesi del 3 e 4 Ottobre 2021, ha presentato alla Società Umanitaria il proprio programma politico. Goggi è sostenuto dalle liste “Socialisti di Milano” e “Milano Liberale”.

Elezioni comunali a Milano, il programma di Giorgio Goggi

Tante le proposte concrete e innovazioni che Goggi intende promuovere: principalmente, una nuova idea di Milano di tutti e per tutti, ossia un grande Piano di edilizia sociale, agevolata e sovvenzionata per dare case ai cittadini in difficoltà, tra cui anche i tanti lavoratori penalizzati dalla pandemia e dal calo dei propri redditi, a cui l’unica risposta data è stata quella di continuare a costruire grattacieli per persone abbienti.

Il rilancio delle infrastrutture

Poi: il rilancio delle grandi infrastrutture, dal secondo passante ferroviario alla M6 (Metropolitana 6) su Via Ripamonti. No all’abbattimento dello Stadio di San Siro, anche in difesa di tutte le aree verdi circostanti. Priorità alla Salute, di cui il Sindaco di Milano è garante nei confronti della cittadinanza: nello specifico, l’assistenza ai milanesi va garantita gratuitamente anche attraverso un grande piano di Medicina territoriale, tallone d’Achille nella pandemia Covid. “Occorre poi rivedere la decisione di trasferire a Sesto San Giovanni l’Istituto dei Tumori e il Besta”, ha affermato Goggi.

Piste ciclabili dal rivedere

Fra le altre proposte, figurano: “un ripensamento generale delle piste ciclabili, la cui attuale realizzazione non è adeguata e non è inserita in un più vasto piano di viabilità generale per la Città”; “la riapertura dei Navigli, cavallo di battaglia dei Socialisti di Milano e grande promessa mancata della attuale Amministrazione cittadina che consentirebbe, fra l’altro, un collegamento navale ininterrotto dalla Svizzera fino a Venezia, con un unico ed eccezionale sistema di navigazione fluviale”; “ridare concretezza al Sindaco Metropolitano, figura istituzionale che rappresenta i circa 5 milioni di abitanti di Milano e Comuni limitrofi e che l’attuale Amministrazione ha del tutto trascurato”. “No alla ‘movida’ che occupa strade e piazze di Milano per tutta la notte: recenti episodi costringono a chiedere maggiore attenzione per i cittadini che lavorano e devono riposare, senza essere disturbati fino alle 5 di mattina”.

Primo posto nella scheda elettorale

Giorgio Goggi ha infine dichiarato: “I cittadini di Milano sono scontenti della propria Amministrazione, scontenti di non essere ascoltati e informati. Noi riteniamo, invece, di dover rispondere con meticolosità alle loro istanze, alle loro domande. E’ infatti fondamentale conoscere i bisogni dei cittadini per farli stare bene. Siamo già stati favoriti dalla sorte che ci ha collocato al primo posto nella scheda elettorale delle elezioni comunali 2021 per Milano: speriamo che ciò sia di buon auspicio per la nostra giusta campagna elettorale”.

In breve

A Milano si respira già aria di Natale: inaugurato il Christmas Store di Vidas

A Milano si respira già aria di Natale. Ieri è stato inaugurato in Corso Garibaldi 40, il Christmas Store...