12.7 C
Milano
16. 05. 2021 08:55

Giornata storica per il delivery: finalmente un contratto per i fattorini

La piattaforma Just Eat sigla il primo contratto che permetterà ai fattori di essere assunti direttamente e di disporre di tutte le tutele ed i diritti previsti

Più letti

Le organizzazioni per la difesa dei diritti dei rider possono finalmente gioire. Quest’oggi la multinazionale “Just Eat” ha siglato il primo contratto dopo una negoziazione avvenuta tra tutte le parti sociali. La figura del fattorino entra ufficialmente all’interno del Contratto Collettivo Nazionale della Logistica, Trasporti, Merci e Spedizioni vedendo riconosciute piene tutele alle lavoratrici e ai lavoratori dell’azienda, che saranno tutti assunti finalmente con un contratto di lavoro vero diventando dipendenti.

Giornata storica.  “Da oggi i rider di Just Eat si vedono riconosciuti una paga oraria – scrivono da Deliverance Milano -, un monte ore garantito in fasce a tempo indeterminato per chi già lavorava con l’azienda (esercitando il diritto di prelazione e potendo indicare le proprie preferenze e disponibilità, senza sottoporsi a un periodo di prova), ferie, malattia, mensilità aggiuntive, trattamento di fine rapporto, congedo parentale, assegni familiari, maggiorazioni, premi di produzione, rimborsi per i mezzi, permessi, assicurazioni e diritti sindacali”.

La retribuzione che spetterà ai fattorini secondo il nuovo contratto sarà di 10,20 euro lorde a partire dal primo anno, come salario d’entrata, fino alla piena applicazione del CCNL Logistica entro due anni.

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...