1 C
Milano
18. 01. 2021 17:53

Il governatore De Luca infiamma il dibattito “Nord-Sud”: «Ogni tanto da Milano viene qualche squinternato a fare razzismo»

Il governatore De Luca punta il dito contro Salvini e sulla disparità di trattamento tra Nord e Sud

Più letti

Bollettino regionale, continua la lenta discesa nei reparti ospedalieri: Milano, +117 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.189, di cui 50 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Daniela Santanché: «Il candidato per Milano? Non escludo un nome a sorpresa. Sarà comunque un milanese doc»

Daniela Santanchè, coordinatrice lombarda di Fratelli d'Italia, ha parlato del candidato sindaco a Milano per il centrodestra a margine...

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Il governatore campano Vincenzo De Luca torna ad accendere il dibattito “Nord-Sud”. Questa volta anche se non esplicitamente punta il dito contro Salvini.

Le dichiarazioni.  «Ogni tanto viene da Milano in Campania qualche squinternato che viene a fare un po’ di razzismo contro di noi, ma è aria fritta. La verità è che oggi i cittadini della Campania, del Cilento, di Napoli vanno a testa alta, ci rispettano», ha dichiarato De Luca a margine di un evento a Marina di Camerota facendo riferimento senza citarlo al leader della Lega.

Secondo il presidente della Campania c’è sempre la tendenza ad usare due pesi e due mesi in riferimento al Nord ed al Sud. «Cosa sarebbe successo – ha aggiunto De Luca – se quello che è accaduto a Codogno si fosse verificato in Campania e non in Lombardia? Ci avrebbero messo in croce per altri 50 anni. E invece no, diversamente da come si aspettavano in Italia, la Campania ha retto meglio di tutti la battaglia contro l’epidemia. Tutti noi ci siamo sentiti una grande famiglia per la prima volta, abbiamo fatto i conti con la paura, visto sul volto dei genitori e dei figli il pericolo per la malattia e il ricovero».

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti