-0.5 C
Milano
27. 01. 2021 07:06

Un lockdown senza fine: termina l’isolamento per gli ospiti delle strutture per disabili

Una circolare della regione pone fino all'isolamento dei pazienti delle strutture per disabili: potranno ricevere visite ed uscire

Più letti

Bollettino regionale, le terapie intensive scendono sotto quota 400: Milano, +169 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.230, di cui 59 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Powercoders, l’integrazione e la formazione: a Milano un’accademia per i rifugiati

Dopo Torino sbarca a Milano il progetto Powercoders. Si tratta di un'accademia di programmazione informatica riservata ai rifugiati perchè...

Una “nuova” Giulia Molino: «La motivazione è tutto»

Giulia Molino è stata tra le protagoniste assolute dell'ultima edizione di Amici, conquistando il secondo posto. La pandemia le...

Per qualcuno il lockdown non è mai terminato: è il caso degli ospiti delle residenze per disabili. Dopo oltre quattro mesi finisce il loro isolamento. A conferma una circolare della Regione che consentirà ai disabili ospitati di uscire e ricevere visite.

Sollecitazioni. Le diverse associazioni si erano battute energicamente per revisionare la delibera dello scorso 9 giugno che applicava alle residenze per disabili le medesime misure riservate alle Rsa.

«Siamo soddisfatti per questo risultato, che è stato raggiunto al termine di una lunga fase di confronto con Regione Lombardia – ha dichiarato Alessandro Manfredi, presidente di Ledha, associazione per la tutela dei diritti delle persone con disabilità -. Finalmente, dopo lunghi mesi di isolamento, anche alle persone con disabilità che vivono all’interno di strutture residenziali hanno ottenuto di nuovo la possibilità di incontrare di persona i propri cari e, soprattutto, la possibilità di uscire dalle strutture residenziali».

Con la nuova circolare gli ospiti potranno ricevere visite e uscire dalle strutture, ma anche passare alcuni periodi nelle case dei propri familiari. «Spetterà quindi agli enti gestori – ha aggiunto Manfredi – garantire condizioni di pari opportunità e di movimento a tutte le persone che vivono nelle residenze e nelle comunità».

 

In breve

La pandemia non ferma il ricordo: domani si celebra il Giorno della Memoria

La pandemia non ferma il ricordo. E così domani, pur senza appuntamenti in presenza, si celebra comunque il Giorno...

Potrebbe interessarti