-0.5 C
Milano
27. 01. 2021 08:34

Lombardia, il governo non vuole aprire gli impianti sciistici: «Scelta scriteriata»

Il governo pensa di non aprire le piste da sci: la reazione della Lombardia

Più letti

Bollettino regionale, le terapie intensive scendono sotto quota 400: Milano, +169 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.230, di cui 59 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Powercoders, l’integrazione e la formazione: a Milano un’accademia per i rifugiati

Dopo Torino sbarca a Milano il progetto Powercoders. Si tratta di un'accademia di programmazione informatica riservata ai rifugiati perchè...

Una “nuova” Giulia Molino: «La motivazione è tutto»

Giulia Molino è stata tra le protagoniste assolute dell'ultima edizione di Amici, conquistando il secondo posto. La pandemia le...

La decisione del Governo di tener chiusi gli impianti sciistici ha fatto andare su tutte le furie la giunta della Regione Lombardia. «Tenere chiusi gli impianti sciistici in Lombardia vuol dire fare fallire l’economia della montagna», hanno dichiarato Davide Caparini e Massimo Sertori, rispettivamente assessore al Bilancio e alla Montagna.

Le dichiarazioni. I due assessori definiscono lo stop «una scelta scriteriata, incomprensibile da parte di un governo disorientato». Per tale motivo pretendono che venga cancellata.

Certo la decisione non è ancora confermata, ma sembra che Conte ed il suo entourage siano orientati verso tale decisione per evitare che le settimane bianche si trasformino in un “liberi tutti” come già successo in estate. Si parlerebbe di una loro apertura solo a fine gennaio, sempre che i dati epidemiologici lo consentano.

chiusura piste sci

«Dato che gli addetti del turismo della montagna devono programmare la stagione – spiegano in una nota – pretendiamo che il governo riveda questa incomprensibile decisione. Forse a Roma non hanno ancora capito che gran parte del Paese non vive di stipendio garantito. Mentre a Natale si scierà in Svizzera, in Austria e in Francia secondo il Governo da questa parte delle Alpi dovrà essere tutto chiuso».

In breve

La pandemia non ferma il ricordo: domani si celebra il Giorno della Memoria

La pandemia non ferma il ricordo. E così domani, pur senza appuntamenti in presenza, si celebra comunque il Giorno...

Potrebbe interessarti