7.5 C
Milano
03. 03. 2021 10:19

“Love is not tourism”, a Milano le coppie binazionali scendono in piazza

Le coppie binazionali si sono riunite in piazza Scala: i motivi della protesta

Più letti

Milano, Non una di Meno approda a scuola: «Il rispetto delle donne si impara tra i banchi»

L’8 marzo è vicino e il movimento Non Una Di Meno che si batte contro la violenza sulle donne...

Malika Ayane, una milanese in Riviera: «Milano, sei settantotto città insieme»

Quinta volta, sempre in punta di piedi. Sempre eterea come solo Malika Ayane sa essere. Da Milano a Sanremo...

Arisa, l’ultima donna a vincere il Festival: «Che bello poter fare affidamento su se stessi»

Torna in riviera con una nuova consapevolezza Arisa: Potevi fare di più è il titolo del brano, cucito su...

«Love is not tourism», è lo slogan del movimento delle coppie binazionali divise dal Covid. Questa mattina alcuni sostenitori sono scesi in piazza Scala per chiedere una “liberalizzazione” degli incontri tra coppie non sposate che non possono ricongiungersi a causa delle limitazioni di viaggio imposte dalle norme anti-Covid.

Il movimento. Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio dei diritti europei sarebbero circa 10 mila le coppie intrappolate in questo “limbo burocratico”. «La maggior parte dei problemi – si legge sul sito di “Love is not tourism” – riguardano le coppie nelle quali un partner vive al di fuori dell’area Schengen, e in particolare in uno dei Paesi verso i quali ancora persistono restrizioni di viaggio».

Al momento in Europa sono solo nove i paesi che permettono il ricongiungimento di queste coppie di fidanzati che da un punto di vista legale non hanno alcun riconoscimento: Francia, Spagna, Germania, Austria, Pesi Bassi, Repubblica Ceca, Danimarca, Svizzera, Norvegia, Finlandia e Islanda.

piazza scala manifestazione love is not tourisim

«Siamo disponibili a sottoporci a adeguate norme di sicurezza – scrivono gli organizzatori della campagna – come il test auto-pagato all’arrivo e la quarantena fino a quando non viene ricevuto un risultato negativo o una quarantena rigorosa di 14 giorni, purché le coppie e le famiglie non sposate possano andare a trovare le persone più importanti».

Intanto i sostenitori del movimento in Italia hanno riempito piazza Scala con palloncini a forma di cuore con sopra le foto dei propri compagni all’estero.

In breve

I Millenials sono già indebitati? Tanti prestiti nel 2020

Come è cambiato il rapporto dei millennials con il mondo del credito al consumo nell’anno della pandemia? Per rispondere...