3.6 C
Milano
26. 01. 2021 05:53

Manifestazione rider in Cadorna: a supportarli anche Giovanni di Aldo, Giovanni e Giacomo

Continua la protesta dei riders. Quest'oggi si sono dati appuntamento alla stazione Cadorna per chiedere la sospensione del divieto di trasporto delle bici sui regionali e maggiori diritti

Più letti

Il premier Conte rassegna le dimissioni: dobbiamo attenderci un Conte-Ter?

Il premier Conte domani mattina salirà al Quirinale per rassegnare le sue dimissioni. «E' convocato per domani mattina alle...

«Dimissioni», la richiesta dei manifestanti sotto Palazzo Lombardia: il video

«Dimissioni» è il grido che accomuna i numerosi cittadini milanesi presenti oggi per la protesta contro l'operato del Presidente...

Bollettino regionale, il tasso di positività torna a crescere: Milano, +132

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.484, di cui 59 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Prosegue la diatriba tra rider e Trenord per il divieto di trasporto delle bici sui treni regionali. Gli uomini del delivery si sono dati appuntamento quest’oggi in stazione Cadorna per manifestare il proprio dissenso contro la decisione dell’azienda ferroviaria. A sostenerli anche Legambiente e Giovanni di Aldo, Giovanni e Giacomo.

La manifestazione. Ad organizzare la protesta è stato il comitato “riderXidiritti”, il quale raccoglie i gruppi organizzati di rider e fattorini.

Sui loro cartelloni campeggiava lo slogan “United we Stand”. Tra i tani striscioni esposti, uno dei più esemplicativi della condizione in cui versano i rider, riportava la seguente scritta: «Durante la pandemia noi eravamo fuori a rischiare le nostre vite per lavorare, ora siamo stati dimenticati».

In contemporanea alla manifestazione a Cadorna, è andata in scena un’ulteriore manifestazione alla stazione Garibaldi. I presenti chiedono una sanatoria per i rider senza documenti e senza permesso di soggiorno, una soluzione per la situazione riguardante Trenord ed infine un contratto di lavoro alle piattaforme. «Lo stato di agitazione – annunciano i rider – è appena ricominciato e non siamo mai stati così tanti, agguerriti ed uniti».

 

In breve

L’Italia alle olimpiadi senza bandiera: il nostro Paese rischia la sospensione ai giochi di Tokyo

Il 27 gennaio il Comitato Olimpico Internazionale si riunirà a Tokyo e discuterà anche della posizione dell'Italia. Il tricolore...

Potrebbe interessarti