3.2 C
Milano
03. 12. 2020 18:29

Milano, preoccupazione al Sacco: scoppia un focolaio in un reparto

Un focolaio coglie di sorpresa il Sacco: i dettagli della vicenda

Più letti

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto...

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla....

Milano, senza pendolari i treni regionali diventano terra di nessuno: ubriachi e senza mascherina. Il video

La situazione di degrado sui treni regionali è preoccupante. Senza impiegati e studenti costretti a casa dalle restrizioni dell'ultimo...

Il reparto di cardiologia dell’ospedale Sacco di Milano è stato svuotato di pazienti dopo la scoperta di un focolaio Covid. Al momento risultano contagiati un medico, 20 infermieri e 5 degenti.

La vicenda. La prima positività scoperta risale a due settimane fa: un infermiere dopo aver manifestato blandi sintomi si era sottoposto al tampone risultando positivo. Da lì sono scattati i test a tappeto che hanno portato all’individuazione del focolaio.

«Tutto risale a una quindicina di giorni fa, con un nostro dipendente che ha avuto sintomi: siamo abbastanza certi che la fonte del contagio sia esterna all’ospedale», ha spiegato Lucia Castellani, direttrice sanitaria del Sacco.

Ciò nonostante la situazione si complica proprio per i contatti extra lavoro dei dipendenti. Quanti altri potenziali contagiati causati dal focolaio sono all’esterno ignari di tutto?

focolaio sacco milano

«Abbiamo chiuso l’accettazione di Cardiologia – ha raccontato ancora Castellani -. I 5 pazienti del reparto che hanno contratto il virus sono stati trasferiti a Malattie infettive, gli altri sono in sorveglianza sanitaria. Gli ambienti vengono sanificati regolarmente e contiamo con tutte le misure straordinarie che abbiamo assunto che il cluster si possa chiudere nel giro di pochi giorni con i controlli al termine delle quarantene».

Nel frattempo continua a preoccupare e non poco la situazione epidemiologica: oggi si è registrata la cifra record di 4.126 positivi.

 

In breve

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto...

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla. Un gruppo di scout tutto...

Milano, senza pendolari i treni regionali diventano terra di nessuno: ubriachi e senza mascherina. Il video

La situazione di degrado sui treni regionali è preoccupante. Senza impiegati e studenti costretti a casa dalle restrizioni dell'ultimo Dpcm, i vagoni si sono...

Milano, Sant’Ambrogio rivive sui muri della città

Tra pochi giorni si celebrerà il santo patrono di Milano, Sant'Ambrogio. La città ha voluto omaggiarlo con un grande murales in fase di completamente...

Dopo 74 anni il ritorno a casa: ritrovato lo stemma del museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli riabbraccia il monumentale stemma gentilizio Poldi Pezzoli realizzato in bronzo dall'artista lombardo Lodovico Pogliaghi, tra il 1875 e il 1880. Il...

Potrebbe interessarti