17.9 C
Milano
07. 05. 2021 12:28

Milano, nel 2020 reati in calo del 32,11%. Non le violenze

Più letti

Crollo dei reati a Milano, secondo i dati annuali sull’andamento della criminalità diffusi oggi dalla Polizia di Stato. Nel capoluogo lombardo il totale dei reati, nel confronto con il 2020, è calato del 32,11%.

Effetto lockdown. Di certo, sull’andamento pesa il lockdown della primavera 2020 e i periodi di chiusura dell’autunno che hanno sicuramente contribuito alla diminuzione, con meno persone in giro e più famiglie in casa. D’altronde era già evidente, ad esempio, dai dati diffusi nelle scorse settimane da Atm come la minore circolazione delle persone nel 2020 avesse contribuito ad un calo generalizzato di reati, furti, denunce.

I dettagli. Sono diminuiti, in particolare, del 43,95% i furti, (di oltre il 45% considerando solo quelli nelle case), gli arresti da parte della Digos -57,14%, con un crollo dell’83,94% di quelli legati alle manifestazioni sportive, prima cancellate e poi permesse solo senza pubblico presente, dell’83,94%. In deciso calo anche le lesioni, (-23,44%), le rapine (-15,63%) e gli omicidi (-12,50%). In diminuzione anche gli arresti (-14,04%) e i denunciati (-2,95%) e i maltrattamenti in famiglia (-2,15%). In controtendenza solo le violenze sessuali (+0,74%) mentre si registra una impennata delle persone e dei veicoli controllati (rispettivamente +19,53% e +65,01%) e un picco di sequestri di eroina, +849,59%.

In breve

Milano, le Comunali si giocano anche sul tema della maternità: posizioni a confronto

La festa della mamma è l’occasione per considerare come le istituzioni stiano lavorando per agevolare le maternità. Dalle interviste...