18.5 C
Milano
12. 05. 2021 20:33

Milano, i ristoratori tornano in piazza: «Basta siamo stremati»

Una nuova manifestazione sotto Palazzo Lombardia: i ristoratori chiedono un incontro con Fontana

Più letti

Una nuova protesta, con le richieste che restano invariate: i ristoratori sono scesi in piazza per chiedere aiuti concreti allo Stato e in particolare al Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Questa mattina, sotto Palazzo Lombardia sono stati esposti striscioni e manifesti con l’intenzione di far sentire la voce di chi, ora, ha bisogno di un sostegno per andare avanti.

Nuove restrizioni, pochi incassi e zero aiuti. L’urlo dei ristoratori si fa sempre più duro: «Basta, siamo stremati»,  «Zero euro, per i ristoratori esodati», sono alcuni degli slogan scanditi e riportati sui cartelloni in piazza.

A prendere la parola sono i rappresentati di diverse attività, che devono iniziare a fare i conti con una crisi economica irrecuperabile:«Siamo qui anche per denunciare tutti i nostri colleghi che non rispettano le norme, siamo stanchi di essere rispettosi e di sentire promesse che non vengono poi mantenute. Vogliamo risposte».

Tanti applausi di sostegno per la categoria che ora vorrebbe finalmente fare un passo in avanti verso la normalità: i presenti si sono detti disponibili per un incontro con le cariche più alte per trovare insieme un compromesso e permettere ai dipendenti delle attività di percepire uno stipendio regolare. «Siamo in guerra, da questa pandemia dobbiamo uscirne insieme. Con una collaborazione onesta», hanno detto i ristoratori rivolgendosi al presidente Fontana.

In breve

Torre Milano, completata la struttura esterna del “grattacielo” della Maggiolina

La Torre Milano, l'edificio di 80 metri composto da 23 piani in via Stresa a Milano, è in fase...