13.4 C
Milano
20. 09. 2021 05:07

“Milano è sempre quella, perché non è mai la stessa”: un nuovo spot per raccontare le anime pulsanti della città

La campagna di comunicazione di YesMilano ha portato alla realizzazione del video "Milano è sempre quella perchè non è mai la stessa": un modo per raccontare tutte le sfaccettature di una città pronta a ripartire

Più letti

Qualcuno dice che le immagini parlino di più di mille parole. Ed è forse proprio questo il senso del nuovo video “Milano è sempre quella, perchè non è mai la stessa”: 90 secondi di concentrato di milanesità per mostrare le mille anime di una città pronte a tornare a pulsare. Sì, sempre i soliti quartieri della Milano di oggi, ieri e domani, ma in costante e continua evoluzione.

Il video. Il filmato è frutto della nuova campagna di comunicazione di Yes Milano creata in collaborazione con la sede milanese dell’agenzia Wunderman Thompson.

Nello spot si susseguono una carrellata di immagini che mostrano la città nella sua essenza: un breve viaggio tra il centro e la periferia, dove l’arte, la creatività e l’ingegno sono in grado di calcare il prestigioso palco del Teatro alla Scala, ma anche di scendere tra le strade di Baggio.

E poi ancora tutti i luoghi che rendono Milano un caleidoscopio di colori e vivacità, pronto ad assumere nuove tonalità per coprire quelle pennellate ormai sbiadite dal tempo e da una crisi socio-economica che tenta sempre più di stringere in una soffocante morsa quella vitalità che da sempre contraddistingue il capoluogo meneghino.

Insomma, un video per affermare a gran voce che Milano non ha perso i suoi stimoli ed è pronta a ripartire da lì dove tutto si era fermato. Lo farà con i suoi protagonisti di sempre: i cittadini e tutti gli amanti di questo luogo unico che l’hanno resa una metropoli sconfinata e multiculturale.

Così a prestare la voce alla narrazione ci sono anche tutte quelle personalità care a Milano e note a livello nazionale ed internazionale. Insieme a Ghali,Carlo Cracco, Stefano Boeri, M¥SS KETA, Rossana Orlandi, Dave Dev, Italo Manca, Knowpmw, Aya Mohamed-Milanpyramid, Federico Galdangelo, i ballerini dell’Accademia del Teatro alla Scala, Nicolas Di Benedetto, i Canottieri San Cristoforo, Carolina Amoretti&le Fantagirls, Pierantonio Micciarelli e Marina Di Furia, con tutti i luoghi coinvolti, invitano a vivere ogni quartiere di Milano, perché «per ogni angolo che pensate di conoscere ce n’è un altro da scoprire».

Non è certo più la città spregiudicata della “Milano non si ferma”. Il lockdown ha portato una nuova consapevolezza ed una nuova maturità. Ma in fondo Milan l’è semper on Gran Milan: una città con poco voglia di farsi spaventare dal passato. Una città che preferisce volgere lo sguardo verso nuovi orizzonti.

 

In breve

Milano, la nuova Arena Santa Giulia a rischio: il ricorso al Tar preoccupa il Comune

Poche settimane fa è stato presentato il progetto finale per la nuova Arena Santa Giulia che dovrà essere completata...