26 C
Milano
23. 06. 2021 13:00

Milano, un soccorritore della Croce Rossa: «Altro che mini-lockdown. Siamo preoccupatissimi»

La pressione sugli ospedali aumenta: le preoccupanti dichiarazioni di un soccorritore

Più letti

I racconti che provengono dai Pronto Soccorso milanesi sono sempre più allarmanti. Nuove code di ambulanze si sono formate all’ingresso del Sacco, mentre questa mattina davanti all’ospedale San Paolo è dovuta intervenire la Polizia Locale a causa della fila di gente creatasi per effettuare il tampone.

Il racconto. «Altro che mini-lockdown, qui la situazione peggiora ogni giorno, sulle ambulanze la vediamo crescere, gonfiarsi, siamo preoccupatissimi», ha raccontato un soccorritore all’Ansa.

L’attesa va a discapito di tutti i pazienti, anche quelli non Covid. «Il nostro paziente attende da un paio d’ore – ha dichiarato il volontario della Croce Rossa – e forse adesso ci siamo, è stato fortunato, la media dell’attesa può essere anche molto più alta. Non dovrebbe essere un Covid, comunque questa cosa la diranno i medici per carità, noi però dobbiamo trattarli tutti come tali, con le procedure di massima sicurezza, anche una caviglia slogata».

fila pronto soccorso milano

Secondo il soccorritore la situazione più critica non sarebbe al Sacco, ma «al Policlinico, al San Gerardo, a Saronno, a Cernusco sul Naviglio».

In breve

A Milano una via dedicata all’inventore dell’Amuchina

Domani, giovedì 24 giugno, nel quartiere Ortica di Milano verrà intitolata una via ad Oronzio De Nora, ingegnere industriale...