13.1 C
Milano
23. 10. 2020 09:41

Milano dedica una via alle Giovinette, le calciatrici che sfidarono il Duce

Il Comune di Milano ha deciso di onorare la memoria delle Giovinette, le prime calciatrici italiane

Più letti

Ritroviamo Marco Bianchi: «Coinvolgiamo i bambini fin dalla spesa»

Studioso, divulgatore scientifico, cuoco salutista, food blogger e personaggio televisivo. Una carriera dai tanti volti e ruoli per il...

Il futuro a Milano, il lettore Seamus: «Comodo col mio monopattino, ma tutti devono seguire le regole»

Seamus Colin 37 anni, cuoco Milanese da 4 anni «Lavoro in un ristorante etnico qui a Milano ed il periodo non è...

Milano, un fine settimana dedicata al genio italiano

Un weekend per scoprire l’Italia creativa. È la nuova edizione di ApritiModa che si svolge domani e domenica con...

Milano dedicherà una via alla squadra di calcio delle “Giovinette”, la prima formazione femminile italiana che venne messa al bando da Mussolini nel 1933. Nel consiglio comunale dello scorso giovedì la proposta della consigliera Anita Pirovano è stata votata all’unamnimità.

L’indomita squadra. Le Giovinette, al secolo Luisa, Marta e Rosetta Boccalini insieme a Giovanna Boccalini Barcellona, Brunilde Amodeo e altre decisero di sfidare senza timore l’etica del regime: in un’epoca in cui l’opinione pubblica vedeva la donna relegata al ruolo di “buona madre”, le intraprendenti sportive l’11 giugno 1933 riuscirono ad organizzare la prima partita pubblica femminile italiana.

La vicenda è stata anche al centro di un romanzo della giornalista Federica Seneghini, “Giovinette – Le calciatrici che sfidarono il Duce”.

milano via giovinette

La zona per l’intitolazione sarà vicino all’Arena, luogo in cui si svolse il match. Dopo quell’evento il presidente del Coni dell’epoca, Achille Starace, vietò sul nascere le manifestazioni calcistiche femminili.

Nelle motivazioni della proposta presentata in Consiglio comunale si legge «al fine di far conoscere e diffondere la memoria di questa esperienza e delle sue protagoniste nel solco di una sempre maggior attenzione e promozione per lo sport in generale e per quello femminile nello specifico».

In breve

Milano, un fine settimana dedicata al genio italiano

Un weekend per scoprire l’Italia creativa. È la nuova edizione di ApritiModa che si svolge domani e domenica con...

Il futuro a Milano, il lettore Seamus: «Comodo col mio monopattino, ma tutti devono seguire le regole»

Seamus Colin 37 anni, cuoco Milanese da 4 anni «Lavoro in un ristorante etnico qui a Milano ed il periodo non è certo facile, seppur riusciamo a...

Milano, un fine settimana dedicata al genio italiano

Un weekend per scoprire l’Italia creativa. È la nuova edizione di ApritiModa che si svolge domani e domenica con oltre settanta tra atelier, laboratori...

L’arte salverà il mondo: gli “anticorpi creativi” di Mr. Quarantine

Santi e supereroi. Un’accoppiata blasfema? Nient’affatto: sono i “compagni” di quarantena dell’artista siciliano e milanese d’adozione, Giuseppe Veneziano che, durante l’isolamento da lockdown, ha...

Anche il “Mite” Fontana tuonò: «O si fa così o lascio»

Accade che lunedì scorso la Regione Lombardia avanzi ufficialmente al Ministero della Salute la richiesta di poter istituire il coprifuoco dalle 23.00 a partire...

Potrebbe interessarti