15.4 C
Milano
18. 05. 2021 22:45

I Nas smascherano la truffa delle mancate sterilizzazioni di dispositivi medici

Più letti

Fingevano di sterilizzare dispositivi medici (aghi, cannule, garze, strumenti, impianti destinati a diagnosi e prevenzione, controllo, terapia, interventi di concepimento), ma anche cosmetici e altri materiali sanitari con raggi beta e ossido di etilene. In realtà falsificavano i documenti e rispedivano alle aziende il materiale non igienizzati. E’ la truffa smascherata dai Carabinieri del Nas di Milano da parte di un’azienda brianzola attiva nel settore da anni.

Sequestro. Tra i materiali non sterilizzati c’erano anche articoli per l’esame di laboratorio come reagenti, calibratori, materiali di controllo, strumenti, attrezzature, utilizzati nelle strutture sanitarie e ospedali, pubblici e privati, su tutto il territorio nazionale. I militari hanno avviato immediatamente le verifiche presso tutti gli enti e società clienti dell’azienda per scongiurare qualsiasi rischio di infezioni a causa della mancata sterilizzazione.

Manominissioni. L’ex titolare della società (deceduto all’inizio di quest’anno), con la complicità di tutti i responsabili del Reparto Qualità succedutesi dal 2016 ad oggi, risulta aver, per anni, falsificato i certificati relativi ai processi di sterilizzazione, al fine di ottenere maggiore lavoro rispetto alle proprie effettive capacità produttive, mettendo a disposizione dei propri clienti materiali che in realtà non venivano sterilizzati. Le indagini hanno portato alla denuncia di quattro persone in stato di libertà (ex manager, responsabili del servizio qualità) alla Procura della Repubblica di Monza. Sono accusati a vario titolo di concorso in falsità materiale commessa da privato.

In breve

Scuola, si riaccende la protesta: occupato il cortile del liceo Parini

Gli studenti tornano a protestare. Questa mattina alcuni studenti del liceo Parini a Milano hanno occupato il cortile dell'istituto...