6 C
Milano
01. 12. 2020 12:38

In arrivo il nuovo Dpcm: ristoranti chiusi alle 18

Il nuovo Dpcm è in via definizione: ecco tutte le nuove possibili restrizioni

Più letti

Paola Meacci, titolare di tre palestre vicino il cantiere M4: «Io non ho perso clienti»

Avere tre studi in città tutti in prossimità di cantieri di grandi dimensioni. Un record poco invidiabile per Paola...

Un vaccino per i più piccoli: uno spray al posto della puntura

«Il vaccino spray antinfluenzale potrà essere utilizzato in un'unica somministrazione e sarà esteso ai ragazzi fino a 10 anni»....

Ristoranti e bar: i soliti “cornuti e mazziati”

Se la fine di novembre ha conciso per tanti milanesi con il ritorno ad una parvenza di normalità, grazie...

Il governo sta definendo in queste ore il nuovo Dpcm. Ecco quali sono le novità previste nel nuovo testo di legge.

Bar e ristoranti. «A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) – si legge nella bozza del Dpcm – sono sospese la domenica e i giorni festivi; negli altri giorni sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00».

Dopo le 18 sarà vietato anche il consumo di cibi e bevande in luoghi pubblici al fine di vietare assembramenti. E’ consentita fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Giuseppe Conte nuovo dpcm governo

Spostamenti.  Nel testo si legge anche che «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune».

Teatri e cinema. Cinema, teatri e sale da concerto dovrebbero chiudere nuovamente i battenti. Lo stesso avverrà per sale scommesse, bingo e sale slot.

Scuola. Gli istituti primari fino alle medie continueranno a seguire le lezioni in presenza. Per quanto riguarda invece licei ed istituti di secondo grado verrà attivata per il 75% la didattica online, mentre solo il 25% degli studenti seguirà su turni le lezioni in presenza.

Piazze. «Delle strade o piazze nei centri urbani – si legge in una nota della bozza -, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private».

 

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

Da Sant’Ambroeus il “Panettone per Bene”: una nuova iniziativa solidale a Milano

Nasce il “Panettone per Bene”. Si tratta di un’iniziativa frutto della partnership tra la pasticceria Sant’Ambroeus Milano e l’associazione CAF, onlus che da...

Un vaccino per i più piccoli: uno spray al posto della puntura

«Il vaccino spray antinfluenzale potrà essere utilizzato in un'unica somministrazione e sarà esteso ai ragazzi fino a 10 anni». Lo ha annunciato l'assessore regionale...

Ristoranti e bar: i soliti “cornuti e mazziati”

Se la fine di novembre ha conciso per tanti milanesi con il ritorno ad una parvenza di normalità, grazie alla riapertura dei negozi, altrettanto...

Milano prepara guanti e cappello: in arrivo la prima nevicata della stagione

La colonnina di mercurio picchia verso il basso. Tra questa notte e domani, Milano attende la sua prima neve della stagione. Non resta che...

Sognando Tokio, la storia di Mauro Fasano: «La racchetta mi dà libertà»

Il sogno è Tokyo, il presente è la racchetta. Come il futuro, a prescindere dal traguardo a cinque cerchi. Per Mauro Fasano, 51 anni,...

Potrebbe interessarti