2.8 C
Milano
20. 01. 2021 14:58

L’ortomercato, l’isola felice di Milano: dove il virus non tocca gli affari

Il virus non sembra intaccare gli affari dell'ortomercato di Milano: il racconto

Più letti

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Sala presenta la nuova mappa di Atm: «A Milano spostamenti più sostenibili»

Nelle stazioni milanesi è iniziato a comparire la nuova mappa delle linee della metropolitana. A darne l'annuncio anche il...

Il Comune attacca l’Amsa: «Dove finiscono i proventi della vendita della differenziata?»

È scontro tra il Comune e l'Amsa. In consiglio comunale la denuncia è partito dal banco del presidente della...

Nella Milano colpita dalla pandemia c’è un’isola felice in cui il virus sembra solo averla sfiorata. Si tratta dell’Ortomercato, ormai ribattezzato Foody, che nonostante tutto sta continuando l’attività a pieno ritmo con ottimi incassi.

Pochi contagi. Intorno all’ortomercato circolano quotidianamente circa 5.000 persone al giorno, ma i contagi non sembrano destare preoccupazione. Il rapporto settimanale sul tavolo del presidente Cesare Ferrero parla di soli 11 casi con 4 addetti in quarantena su un totale di 1.677 grossisti.

Oltre all’aspetto epidemiologico, la vera nota positiva sono gli affari. L’ortomercato non ha mai chiuso e continua ad essere aperto 5 giorni su 7. Gli acquirenti sono infatti aumentati del 15 per cento persino in questo mesto novembre, che finora ha già visto 19.352 ingressi complessivi. Una crescita numerica che, comunque, in luglio aveva registrato un impennata del 45 per cento (oltre 30 mila ingressi totali) che si è confermata nei mesi successivi.

«Oltre ai dettaglianti, che stanno lavorando tanto — spiega il presidente Ferrero — molti ristoratori che hanno tenuto aperto per l’asporto hanno scelto di saltare qualsiasi intermediazione e vengono a rifornirsi direttamente al mercato agroalimentare mercati Foody».

 

In breve

Il Comune attacca l’Amsa: «Dove finiscono i proventi della vendita della differenziata?»

È scontro tra il Comune e l'Amsa. In consiglio comunale la denuncia è partito dal banco del presidente della...

Potrebbe interessarti