0.2 C
Milano
18. 01. 2021 21:18

Party “fuori legge” a Milano: 18 ragazzi stipati in un appartamento

Un appartamento affitato per una festa contro le regole anti-assembramento: il racconto

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Alcuni ragazzi sono stati denunciati per aver organizzato un party in un ApartHotel a Milano nei pressi di via Lupetta. A contattare le forze dell’ordine i vicini più volte disturbati nel cuore della notte per gli schiamazzi.

Il racconto. La polizia è stata mobilitata per ben tre volte. La prima verso l’una, quando alcuni ospiti della struttura di via Lupetta hanno chiamato per la musica alta, le urla e per il danneggiamento della porta di una camera. All’arrivo degli agenti con la volante alcuni dei ragazzi sono scappati dalle scale. Nell’alloggio danneggiato hanno trovato tre ragazzi, una 19enne e due maschi di 20 e 21 anni, che non avevano titolo per starci. Perciò li hanno fatti allontanare.

party fuori legge milano

Verso le 2 invece un rider che era andato a consegnare delle pizze ha chiamato dicendo di essere stato malmenato da alcuni ragazzi. Gli agenti sono così ritornati e hanni trovato nello stesso alloggio i tre ragazzi mandati via prima e altri quattro.

Alle 5,30 l’ultima chiamata per schiamazzi e danneggiamenti. Questa volta gli agenti hanno trovato nell’appartamento addirittura 18 ragazzi, i quali sono stati portati tutti in Questura dove sono stati denunciati per disturbo del riposo e multati per non aver rispettato le norme anti-Covid.

 

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti