2.2 C
Milano
20. 01. 2021 20:33

Municipio 2, Piscina (Lega): «Berlusconi è un vecchietto». È bufera nel centrodestra milanese

Il post del presidente del Municipio 2 non è piaciuto agli alleati del centrodestra: ecco cosa ha scritto

Più letti

Bollettino regionale, leggero aumento di ricoveri nei reparti ospedalieri: Milano, +187 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.876, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

«Basta, siamo stremati», una nuova protesta dei ristoratori: cesti di prodotti scaduti per il Prefetto

I ristoratori sono nuovamente sul piede di guerra. Domani andrà in scena una nuova manifestazione che si svolgerà al...

Terza ondata? Galli: «Al momento non ci sono segnali»

Quando arriverà la terza ondata? Molto probabilmento non ora. Ne è convinto il professor Massimo Galli, direttore del reparto...

Il nuovo anno evidenzia già alcune crepe tra il centrodestra milanese con gli esponenti di Forza Italia che vanno all’attacco di quelli della Lega. Il motivo? Un post del presidente del Municipio 2 Samuele Piscina che definisce l’ex premier Silvio Berlusconi «un vecchietto» in risposta a coloro che lo vedrebbero come candidato sindaco a Milano.

Il post. «Forza Italia non esiste più. Berlusconi è ormai un vecchietto che non riesce a tenere insieme un partito, non è più quello di un tempo. Non scherziamo. Rasia è un ottimo candidato», è questo il “post della discordia” lanciato da Piscina.

Il post resta online solo poco tempo prima di essere sostituito con un più moderato: «Berlusconi è un valido alleato, ma secondo me Milano ha bisogno di una figura diversa». Nonostante ciò è troppo tardi: il consigliere De Chirico lo ha già notato e parte all’attacco.

Berlusconi
Berlusconi

«Piscina ha modificato il post perché qualcuno deve avergli fatto notare che è anche grazie a Forza Italia se lui è diventato presidente e che lo stesso partito gli ha sempre garantito il sostegno anche in diversi momenti di difficoltà in cui la sua maggioranza nell’assise locale ha vacillato – scrive senza mezzi termini il consigliere comunale -. In gioventù si commettono errori, ma da un rappresentante istituzionale nonché alleato mi aspetto scuse immediate. Il rispetto deve essere alla base dell’alleanza altrimenti ognuno vada per la propria strada».

Intervistato poi dal Giorno Piscina ammette il suo errore: «Chiedo scusa agli amici di Forza Italia, non intendevo offendere nessuno con delle parole del tutto personali che sono state decontestualizzate. Il commento, subito corretto dal sottoscritto, chiedeva di rimanere uniti a fronteggiare la sinistra con un candidato sindaco unitario che i cittadini possano apprezzare. Ovviamente mi rendo conto che per come era stato frettolosamente scritto possa aver scaldati gli animi di qualcuno e me ne dispiaccio».

 

 

 

In breve

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Potrebbe interessarti