2.8 C
Milano
20. 01. 2021 15:03

«Le piste da sci non sono discoteche, così perdiamo 120mila posti di lavoro»

Più letti

«Venite, ho sparato ad una persona in metro», lo scherzo finito male di un ragazzino milanese

Gli uomini del 118 hanno ricevuto una richiesta d'aiuto lo scorso lunedì: dall'altra parte del telefono qualcuno che affermava...

Sala presenta la nuova mappa di Atm: «A Milano spostamenti più sostenibili»

Nelle stazioni milanesi è iniziato a comparire la nuova mappa delle linee della metropolitana. A darne l'annuncio anche il...

Il Comune attacca l’Amsa: «Dove finiscono i proventi della vendita della differenziata?»

È scontro tra il Comune e l'Amsa. In consiglio comunale la denuncia è partito dal banco del presidente della...

Con l’annunciato stop allo sci per Natale i gestori degli impianti di risalita italiani temono di bruciare il 70% del fatturato della stagione invernale. L’allarme è dell’Associazione nazionale esercenti funiviari (Anef) che riunisce in Italia 1.500 impianti. «Il Natale pesa un terzo della stagione – spiega Valeria Ghezzi, presidente di Anef – però quest’anno, vista la situazione, considerato che non ci saranno gli stranieri e che gli italiani viaggeranno di meno, in ogni caso saltare il Natale e aprire anche solo a metà gennaio vorrebbe dire perdere il 70% della stagione, ammesso che si riesca ad aprire. Con tutto il rispetto per le discoteche, ma la pista da sci non è una pista da ballo».

Ricaduta. E ancora: «Rassegnarsi a chiudere a Natale è impossibile perché in gioco ci sono 15mila posti di lavoro diretti e nella filiera ce ne sono 120mila: ne va della sopravvivenza dei territori di montagna, del tessuto socio economico che tiene la montagna popolata e presidiata». «Abbiamo chiesto in tutti i modi un incontro al Governo – aggiunge Ghezzi – e invece di avere un incontro, come hanno avuto i colleghi francesi, noi veniamo a sapere dalle agenzia di stampa e dai media qual è il nostro futuro».

In breve

Il Comune attacca l’Amsa: «Dove finiscono i proventi della vendita della differenziata?»

È scontro tra il Comune e l'Amsa. In consiglio comunale la denuncia è partito dal banco del presidente della...

Potrebbe interessarti