Milano pensa all’Europa con il sogno di poter recitare un ruolo importante, ma senza dimenticarsi di chi ha meno fortuna. Per il suo esordio in Challenge Cup, l’Allianz Powervolley Milano ha deciso di scendere in campo per l’Albania, recentemente colpita da un tremendo terremoto che ha messo in ginocchio l’intero Paese.

 

L’idea è semplice, quanto a cuore aperto: la Powervolley ha deciso di organizzare la gara d’andata e anche quella di ritorno dei sedicesimi di Challenge Cup – domani e dopodomani, dalle 20.00 – al Centro Pavesi ospitando, accogliendo e devolvendo una parte dell’incasso all’Erzeni Shijak, squadra albanese di Durazzo:

«È un’idea nata dal fatto che da sempre siamo sensibili alle esigenze dei più svantaggiati – spiega il presidente Lucio Fusaro –. Il Powervolley si sta affermando come una realtà importante, nella quale stiamo investendo risorse ed energie per esaltare il messaggio sociale che c’è dietro la pallavolo, come dimostra il progetto volley4all. Quando abbiamo saputo di dover giocare contro la squadra della provincia di Durazzo, colpita dal terremoto, abbiamo pensato di organizzare tutto noi qui a Milano grazie al supporto della Federazione di pallavolo e del Centro Pavesi, provvedendo alla loro ospitalità e devolvendo l’incasso per le necessità del territorio albanese».

L’iniziativa vede il coinvolgimento di tutti, Federazione, Comitato Regionale Lombardia, CONI Lombardia e Comune di Milano: «La Federazione ha accettato subito la proposta della Powervolley ed il nostro centro sarà la casa della pallavolo solidale», le parole del presidente FIPAV Bruno Cattaneo, a cui fa eco il capitano Powervolley Matteo Piano: «Tutto quello che si sta facendo per una “semplice” partita di pallavolo è qualcosa di meraviglioso, perché si sta dando una mano e un aiuto a questi ragazzi. Devolvere l’incasso, accoglierli ed ospitarli significa che la pallavolo va oltre il risultato. È una nostra grande responsabilità dare rilievo a queste due giornate e portare più gente possibile al palazzetto per capire davvero cosa c’è di profondo nel nostro sport».

Un impianto da mille posti

Le due sfide di Challenge Cup si disputeranno al Centro Pavesi di via de Lemene, impianto che può ospitare mille persone (circa la quota abbonati della Powervolley) contro le cinquemila dell’Allianz Cloud: «Questo è il contributo della Federvolley, che ha voluto essere partecipe di questo progetto – ha aggiunto Fusaro –: aumenteremo leggermente il prezzo dei biglietti. In fondo si tratta di un’iniziativa benefica». Biglietti già in vendita da venerdì ad un costo di 10 euro a partita sul sito su midaticket.it.


www.mitomorrow.it