12.5 C
Milano
16. 05. 2021 06:53

Il questore Petronzi: «Milano ripartirà con un’energia rara»

Più letti

«Ho capito che questa città, quando ci sarà da ripartire, lo farà con un’energia rara». Così Giuseppe Petronzi, questore di Milano, commenta la vigilia della ripartenza e la diminuzione dei reati in città (furti in calo del 44% e rapine del 15% soprattutto per l’effetto dei vari lockdown nel 2020). Proprio a proposito del rispetto dei divieti il capo della Polizia di Stato in città, al Corriere della Sera, ha osservato «disciplina, propensione alla pazienza. Se li intendiamo come indicatori, raccontano un percorso di consapevolezza che proseguirà più avanti. Noi saremo lì, a sostenere il rilancio». E ancora: «I comportamenti errati di pochi non devono provocare generalizzazioni. Non ho visto cittadini che hanno rovesciato le transenne per accedere ugualmente in un luogo dove le presenze erano state contingentate».

Droga. Esiste, tuttavia, un problema inerente alcuni reati: «Forse la droga prima della pandemia non circolava affatto? Il tema e le parole sono fondamentali, per il rischio di urtare sensibilità. Pertanto, attenzione. Dopodiché: è indubbia la casistica delle risse tra ragazzini. Ma c’erano anche nel 2019. Termineranno con la ripresa delle scuole? Non penso, anzi. Proseguiamo: le violenze all’interno delle case, contro le quali lavoreremo sempre di più, hanno pressoché mantenuto il medesimo numero, quando ad aprile scorso si paventava una sconfinata crescita. Credo sia doveroso evitare uno sbaglio: considerare il Covid un doping delle criticità sociali».

Futuro. «Forse c’è poca memoria, forse si vive “solo” il presente – ha continuato il Questore -. Mi spaventa che passato tutto, ci si dimentichi di chi purtroppo non c’è più — del dolore sofferto — e insieme di quello che resta un privilegio, pur in una tragedia, venuto meno: salutare una persona cara che si sta spegnendo senza poterle tenere la mano, senza posarle sul viso la propria, di mano, per una carezza; l’impossibilità, per quanto a qualcuno possano apparire concetti relativi, che una piccola comunità dia l’ultimo saluto al funerale, dico per esempio, di una maestra che ha tirato grandi intere generazioni».

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...