21.4 C
Milano
03. 08. 2021 00:28

Sala difende il DDL Zan: «Non me la prendo con la Chiesa, ma continuiamo a difendere la legge»

Sala interviene nel dibattito sulla richiesta di modifica del DDL Zan da parte del Vaticano

Più letti

Il polverone alzato dal Vaticano con la richiesta al Governo di modifica al DDL Zan sta provocando reazioni da tutte le parti politiche. Anche il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha rimarcato la propria posizione sulla questione.

Sala: «Io sono a favore della legge senza ambiguità»

«Vediamo cosa dice oggi il presidente del Consiglio che fa bene a accettare la via del dialogo – ha detto il primo cittadino a margine della festa della Guardia di Finanza -. Detto ciò, la chiesa fa la chiesa e il governo faccia il governo ed in particolare la sinistra deve fare la sinistra. Io sono a favore della legge Zan fin dall’inizio senza ambiguità».

Così come già espresso dal presidente della Camera, Roberto Fico, anche Sala sottolinea le intromissioni del Vaticano nelle decisioni dello Stato. «La chiesa rappresenta le idee e gli interessi dei fedeli, se parliamo di ingerenze nella vita ne vedo tantissime, ma il punto è cosa dobbiamo fare noi come governo e come sinistra in particolare – ha precisato Sala -. Io non me la prendo con la chiesa, chiedo però alla mia parte politica di essere ferma nella difesa del ddl Zan come farò io e come ho fatto dall’inizio»

In breve

Bollettino regionale, tasso di positività in crescita: Milano, +44 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 326 con la percentuale tra tamponi eseguiti (10.511 oggi) e positivi...