23.4 C
Milano
22. 06. 2021 01:36

Sala: «Salvini ha ordinato la riapertura e Regione ha eseguito»

Più letti

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, sceglie la linea dell’attacco nei confronti di Regione Lombardia dopo la richiesta avanzata al Governo di riaprire le attività dal prossimo 4 maggio. «La scorsa settimana mi era stato detto che la situazione di Milano fosse molto preoccupante al punto che avevamo verificato con Atm addirittura la possibilità di chiudere il trasporto pubblico di superficie», premette il primo cittadino nel suo consueto videomessaggio social.

L’accusa. «Il Governo chiede di aprire le librerie e Regione Lombardia dice di no – continua Sala -. Infine, ieri si dice di riaprire dal 4 maggio, cosa è successo ieri? La mia idea è che ieri mattina Salvini abbia detto “Gli italiani sono stufi di stare in casa, riapriamo” e Regione Lombardia ha eseguito». E ancora: «Non sono contrario in linea di principio a parlare di riapertura, ma bisogna pianificarle. Ho passato la mia vita a costruire le cose che ho fatto pianificando e non me la sono mai cavata con slogan. Le quattro D sono uno slogan: distanza, dispositivi, digitalizzazione e diagnosi sono uno slogan».

Le domande. «In ogni caso – aggiunge il sindaco – vorrei rivolgere a Regione quattro domande per ognuna delle quattro D. Sulla distanza come faremo con Atm e Trenord a garantirla per i passeggeri? Sui dispositivi, verranno fornite le mascherine o direte che vanno bene anche sciarpe e foulard? Sulla digitalizzazione, è stato fatto un tavolo con le associazioni degli imprenditori su chi sta a casa e chi va al lavoro? Sulla diagnosi chiedo quanti milanesi potranno usufruire dei test sierologici entro il 4 maggio».

In breve

A Milano un giardino in memoria di Nilde Iotti

Alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e dell’assessora alla Cultura...